Cosa vedere a Mantova in un giorno

Mantova come ho già detto nei precedenti articoli, dal 2008 città d’arte della Lombardia di impronta prettamente rinascimentale, inserita nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, ed eletta Capitale della cultura italiana 2016.

Mantova panorama

Mantova panorama

Circondata dal fiume Mincio su tre lati, offre dei paesaggi e dei panorami veramente unici e spettacolari, soprattutto al tramonto, quando il sole riflette i suoi raggi sulle acque. La migliore  visuale della città si ha dal Ponte San Giorgio da cui si può ammirare il suo famoso skyline.

I Gonzaga sono la famiglia dei Signori, poi diventati Marchesi, che per oltre 4 secoli ha governato e dominato la città di Mantova, regalando alla città degli splendidi palazzi, castelli ,chiese, che ancora ne testimoniano la loro potenza!

Il suo centro storico è molto piccolo, che quindi è possibile visitare in  un week end, o anche in una sola giornata per avere una veduta d’insieme delle sue maggiori attrazioni turistiche.

Qui di seguito vi elenco le cose e i maggiori siti d’interesse della città di Mantova, in modo che possiate prenderne nota per un vostro viaggio futuro in questa splendida città lombarda:

PALAZZO TE: (entrata a pagamento)il Palazzo Te,si trova nella parte sud della città di Mantova; fu fatto ampliare da Francesco Gonzaga, figlio di Isabella D’Este, con l’ intento di crearvi una sorta di rifugio per se stesso e per i suoi ospiti per meglio dedicarsi agli svaghi e ai divertimenti lontano dalla moglie e dagli obblighi di corte. Qui dimorò anche la sua amante ufficiale Isabella Boschetto, a cui sono dedicate parecchie stanze. Degne di nota la Camera di Psiche e Amore, e la Camera dei Giganti. Per tutte le info cliccate qui per leggere il nostro articolo relativo

PALAZZO DUCALE /CASTELLO DI SAN GIORGIO: (entrata a pagamento)è il complesso museale che racchiude al suo interno quasi 34.000 metri quadri fra Palazzi, giardini, chiese ecc, diventando a tutti gli effetti uno dei siti turistici più grande del mondo. La sua visita può durare qualche ora e è suddivisa in 3 aeree (una delle quali al momento chiuso per restauro) fra la Corte Vecchia e il Castello di San Giorgio all’ interno del quale si può ammirare la Camera degli Sposi, la famosa opera del Mantegna. Per tutte le info cliccate qui per leggere il nostro articolo relativo.

Piazza Sordello Mantova

Piazza Sordello Mantova

PIAZZA SORDELLO : la  Piazza Sordello, è il centro del potere politico e religioso della città; essa fu fatta ridisegnare dalla  famiglia Gonzaga nel 1350 e ancora adesso la piazza  conserva la sua  impronta medioevale,( evitate di camminarci con i tacchi alti) il nome è dedicato al poeta e trovatore italiano Sordello da Goito. Una piazza su cui si affacciano i maggiori edifici cittadini come Palazzo Ducale, Palazzo Vescovile, Palazzo del Capitano e Palazzo Castiglioni.

DUOMO DI MANTOVA: (entrata gratuita) In Piazza Sordello c’è il Duomo, dedicato a San Pietro, luogo di culto principale della città di Mantova. Una costruzione molto antica, che vale la pena di visitare, per la sua particolare struttura architettonica a cinque navate.

Piazza delle Erbe ,Mantova

Piazza delle Erbe ,Mantova

PIAZZA DELLE ERBE: è il centro nevralgico della città chiamata così perché ospita da tempo il mercato di frutta e verdura, e inoltre è una delle piazze più antiche di Mantova. Ospita alcuni fra i monumenti più importanti della città come la splendida Rotonda di San Lorenzo, il Palazzo della Ragione, la Casa del Mercante e l’Orologio Astronomico; e inoltre sotto i suoi portici di stile tardo gotico e rinascimentale ci sono tantissimi locali e trattorie per mangiare!

BASILICA DI SANT’ ANDREA : (entrata gratuita) è la Basilica più grande della città progettata da Leon Battista Alberti, è stata costruita, dopo la sua morte, dall’architetto mantovano Luca Fancelli. La Basilica si trova nel cuore della città con la sua pianta a croce, la cupola alta di 80 metri di Filippo Juvarra e l’ingresso inquadrato da un portico monumentale. Al suo interno ci sono opere d’ arte dei maggior artisti italiani, ma se visitate anche la sua cripta dove sono custoditi i Sacri vasi del centurione Longino conservati in una teca che dice la leggenda contengano il sangue di Cristo!

Torre dell'Orologio, Mantova

Torre dell’Orologio, Mantova

TORRE DELL’ OROLOGIO: (entrata a pagamento 3,00 euro) la Torre dell’Orologio, vicina a Palazzo della Ragione, fu costruita nella seconda metà del 1400 da Bartolomeo Manfredi, a servizio della famiglia Gonzaga.. All’esterno l’ orologio  misura le ore contrassegnate da numeri romani, segni zodiacali, ore planetarie, giorni della Luna e posizione degli astri. Invece all’ interno si può vedere il complicato sistema e il meccanismo che fa funzionare le campane quando scocca l’ora. Dalla sua cima a circa 32 metri di altezza si può vedere tutto il panorama della città .

ROTONDA DI SAN LORENZO: (entrata libera) essa si trova nella Piazza delle Erbe , e è la chiesa più antica della città di epoca medievale edificata per desiderio della contessa Matilde di Canossa. Architettura semplice all’esterno, ricercata e densa di storia all’interno

CASA DEL MERCANTE: la Casa del Mercante è uno dei rarissimi esempi degli edifici in stile gotico ben conservato in Piazze delle Erbe. È stata costruita dal mercante di tessuti Giovan Boniforte  come casa-bottega. Fate caso sull’ architrave sono ancora incisi gli oggetti che il mercante vendeva nel suo negozio

Teatro Bibiena ,Mantova

Teatro Bibiena ,Mantova

TEATRO BIBIENA: (entrata a pagamento 2 euro) il Teatro Scientifico di Mantova (o Teatro Bibiena o Teatro Scientifico dell’Accademia), fu realizzato da Antonio Bibbiena nel 1767-69 sul luogo dove un tempo c’era un palazzo di Ferrante I Gonzaga. Il Teatro fu inaugurato da un giovane Mozart quattordicenne, che ne rimase talmente stupito dalla bellezza come il padre il quale scrisse da Mantova alla moglie: “Oggi ho visto il teatro più bello del mondo”. Da allora l’aspetto del Teatro è rimasto pressochè lo stesso e quindi una sua visita è sicuramente consigliata!

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI MANTOVA: (entrata a pagamento 4 euro) esso si trova in Piazza Castello, e racchiude un interessante collezione archeologica etrusca; l’ opera più importante e forse la più famosa ,sono senz’ altro gli “Amanti di Valdaro” talvolta chiamati anche amanti di Mantova,  ovvero i  due scheletri di un uomo e una donna  del neolitico ritrovati presso Valdaro , abbracciati tra loro, in una posizione molto romantica e intima!

Spero con questa piccola guida di avervi aiutato a organizzare una gita a Mantova!

Continuate a seguirci con l’ ultimo articolo su Mantova presto online!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

 

(Visualizzato 14.151 volte, 30 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.

Commenta per primo!

avatar
wpDiscuz