Ravenna cosa vedere in una giornata

Ravenna può vantare di essere stata capitale di tre imperi – l’Impero Romano d’Occidente, quello del re dei Goti Teodorico e quello di Bisanzio. I mosaici ravennati sono fra i più celebri del mondo, e i siti paleocristiani e bizantini come vi ho già detto negli scorsi articoli  sono valsi a Ravenna l’inserimento nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO con ben otto monumenti: la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, i Battisteri degli Ariani e degli Ortodossi, le Basiliche di Sant’Apollinare Nuovo e in Classe, la Cappella Arcivescovile e il Mausoleo di Teodorico.

Ravenna ha un centro storico molto piccolo, e si può visitare in un solo giorno per avere una generale veduta d’ insieme, oppure due giorni per poter assaporare tutto con calma; qui di seguito vi elenco una lista dei monumenti che secondo noi meritano una visita:

CONSIGLI UTILI PER LA VISITA:

Esiste un biglietto combinato che racchiude l’ingresso alla Basilica di San Vitale, Mausoleo di Galla Placida, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Battistero Neoniano, e Cappella Arcivescovile, valido per 7 giorni consecutivi dalla data di emissione e dà diritto a un solo ingresso per monumento, al costo di 9,50 euro a testa il biglietto intero, e 8, 50 euro il biglietto ridotto.

E’ possibile usufruire anche di biglietti cumulativi che prevedono queste due opzioni:

Mausoleo di Teodorico + Museo Nazionale di Ravenna  ( 8 ,00 euro intero/4,00 euro ridotto)

Mausoleo di Teodorico + Museo Nazionale di Ravenna + Basilica di Sant’ Apollinare in Classe  ( 10 ,00 euro intero/5,00 euro ridotto)

Il Battistero degli Ariani è a ingresso gratuito.

I biglietti si possono comprare a qualsiasi biglietteria

Basilica di Sant’Apollinare in Classe

ORARIO APERTURA  feriali 08:30/19:30, dom e festivi 13:00/19:30 entrata 5,00 a testa

Basilica di Sant’Apollinare in Classe, Ravenna

Basilica di Sant’Apollinare in Classe, Ravenna

Noi per comodità e per la relativa vicinanza al nostro albergo, abbiamo preferito iniziare la nostra visita con Sant’Apollinare in Classe, che si trova a 8 chilometri dal centro di Ravenna e da non confondere con la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo,. Fu costruita nel VI secolo per accogliere forse la sepoltura del protovescovo Apollinare, molto venerato in questa zona e primo vescovo di Ravenna. Si tratta del maggior esempio ancora esistente di basilica paleocristiana, e di una delle chiese più simboliche e visitate di Ravenna. L’interno è ricoperto di mosaici, ma vale la pena anche visitare l’esterno, con un occhio particolare ai sarcofagi scolpiti disposti lungo il perimetro. Si può raggiungere in treno (la stazione di Classe dista 5 minuti) o con l’autobus numero 4 dal centro di Ravenna, oltre che in auto. ( ci sono tantissimi parcheggi gratuiti nelle vicinanze)

Mausoleo di Teodorico

ORARIO APERTURA fino al 30 settembre tutti i giorni 08:30/19:00 – dal 1° al 25 ottobre 08:30/18:00 – dal 26 ottobre 08:30/17:00 entrata 4,00 euro

Mausoleo di Teodorico,Ravenna

Mausoleo di Teodorico,Ravenna

Continuiamo la nostra visita, andando al Mausoleo di Teodorico, (vicino a Sant’ Apollinare in Classe), e ci troviamo davanti un monumento austero e molto massiccio in pietra bianca, dedicato a Teodorico il re degli Ostrogoti e re di Roma (dopo aver ucciso il rivale Odoacre). La pianta del Mausoleo è decagonale, e l’edificio è costruito su due livelli. L’interno, è molto spoglio e semplice con la luce che filtra dalle piccole finestrelle e  che illumina la vasca rossa in cui si pensa  erano contenute le spoglie del re. Notate la calotta che chiude il tetto è – incredibilmente – costituita da un unico blocco di pietra, del diametro di 10 metri!Non è bellissimo l’ interno, però molto bello il panorama circostante e la cornice  scenografica che lo circonda

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo

ORARIO APERTURA  fino al 30 settembre 09:00 / 19:00 -ottobre 09:30 / 17:30 – novembre 10:00/17:00 Entrata biglietto cumulativo

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo,Ravenna

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo,Ravenna

Forse uno dei simboli o comunque uno fra i monumenti più famosi di Ravenna è sicuramente la Basilica di Sant’ Apollinare Nuovo, che contiene il più grande ciclo di mosaici al mondo!Appena entrati sarete catapultati in un mondo favoloso costituito da splendidi mosaici che sono divisi in tre fasce sulla parte della :fra i soggetti raffigurati, la vita di Cristo, episodi delle vite di santi e profeti, il Palazzo dell’Imperatore Teodorico e due processioni – dei martiri e delle vergini. La chiesa risale al 490, mentre il campanile cilindrico è del IX secolo.

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo,Ravenna

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo,Ravenna

Le fasce superiori dei mosaici sono le più antiche: sono dell’epoca di Teodorico (fine del V secolo), e sono di gusto più realistico; i mosaici più in basso risalgono invece a mezzo secolo più tardi (età di Giustiniano), e appaiono più influenzati a elementi orientali e più astratti. Trovate le differenze se ci riuscite!!

Mausoleo di Galla Placidia

ORARIO APERTURA  fino al 30 settembre 09:00 / 19:00 -ottobre 09:30 / 17:30 – novembre 09:30/17:00 Entrata biglietto cumulativo

Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

I mosaici più antichi di Ravenna, invece, si trovano nel minuscolo e modesto (ma solo dall’esterno…) Mausoleo di Galla Placidia, dedicato alla sorella dell’Imperatore Onorio, colui che trasferì la capitale dell’Impero Romano d’Occidente da Milano a Ravenna, nel 402. L’atmosfera del mausoleo è magica, e unica anche per Ravenna: la volta della cupola raffigura un cielo notturno, punteggiato da centinaia di stelle d’oro…E’ una piccola chicca, che ho adorato dal primo momento… Si respira quasi un ‘atmosfera magica qui dentro!!

Basilica di San Vitale

ORARIO APERTURA  fino al 30 settembre 09:00 / 19:00 -ottobre 09:30 / 17:30 – novembre 09:30/17:00. Entrata biglietto cumulativo

Basilica di San Vitale, Ravenna

Basilica di San Vitale, Ravenna

La Basilica di San Vitale per me è sicuramente il monumento più bello di Ravenna, fu consacrata nel 548 dall’Arcivescovo Massimiano: la pianta è ottagonale. Non fatevi ingannare dal sobrio esterno. Appena entrati, si rimane abbagliati dalla favolosa cupola ricoperta di coloratissimi mosaici: fra i soggetti, il Cristo Pantocratore, angeli, l’Imperatore Giustiniano e la moglie Teodora… Si rischia quasi di non notare il pavimento, su cui è raffigurato un labirinto, simbolo del peccato e del percorso dell’anima verso la purificazione. Se volete provare quel cammino… si parte dal centro!

Basilica di San Vitale, Ravenna

Basilica di San Vitale, Ravenna

 

Battistero Neoniano  

ORARIO APERTURA  fino al 30 settembre 09:00 / 19:00 -ottobre 09:30 / 17:30 – novembre 10:00/17:00 Entrata biglietto cumulativo

Battistero Neoniano ,Ravenna

Battistero Neoniano ,Ravenna

Risale al V secolo il Battistero Neoniano (o degli Ortodossi), voluto dal vescono Neone. È il più  antico  monumento ravennate. L’esterno è  in sobri mattoni rossi, a pianta ottagonale, ( ma l’ aspetto esteriore rimane un po ‘alterato, in quanto il livello originario è interrato di 3 metri)al suo interno  racchiude un cuore di mosaici coloratissimi – oltre alla vasca del fonte battesimale.  Potete cercare le differenze tra questi mosaici e quelli del non distante Battistero degli Ariani: secondo la dottrina ariana (una eresia del Cristianesimo), Gesù Cristo è figlio di Dio ma conserva natura umana… da cui il diverso modo di raffigurarlo nei due battisteri!

 

 

 

Battistero Ariano

ORARIO APERTURA tutti i giorni fino al 02 nov 08:30/19:30 – dal 03 nov 08:30 /16:30 entrata gratuita

Battistero Ariano,Ravenna

Battistero Ariano,Ravenna

Non esiste al mondo tardo antico nessun altro battistero dedicato al culto ariano la cui decorazione sia testimonianza dela differenza con la religione ortodossa.Fu forse il primo edificio di culto costruito da Teodorico quando conquistò Ravenna nel 493, con la volontà di creare dei luoghi di culto ariani per sé stesso e per il popolo.Anche questo battistero è di forma ottagonale e al suo interno ha un ciclo di mosaici con  il particolare della cupola rappresentante il battesimo di Cristo.

Cappella di Sant’ Andrea o Arcivescovile

ORARIO APERTURA  fino al 30 settembre 09:00 / 19:00 -ottobre 09:30 / 17:30 – novembre 10:00/17:00 Entrata biglietto cumulativo NON SI POSSONO FARE FOTO ALL’INTERNO

La Cappella di Sant’ Andrea nacque  come oratorio privato dei vescovi ortodossi in piena età teodoriciana; è l’unico monumento ortodosso fatto innalzare sotto il Re Teodorico ed è la sola cappella arcivescovile paleocristiana giunta integra ai giorni nostri.

Adesso si trova al primo piano del Palazzo Arcivescovile (ora sede del Museo arcivescovile). Essa si presenta con una pianta a forma di croce, dotata di un vestibolo completamente marmoreo nella parte inferiore e ricco di mosaici di straordinaria unicità in quella superiore.In tutte le immagini dipinte è molto evidente è il messaggio anti-ariano che rappresenta il Cristo Guerriero, con la Croce sulla spalla, nell’atto di schiacciare le belve dell’eresia, atto di rivendicazione ideologica contro l’allora dominante governo politico dell’ariano Teodorico.

Domus dei Tappeti di Pietra

ORARIO APERTURA tutti i giorni fino al 02 nov 10:00/18:30 – dal 03 nov  mart- ven 10-17 sab e dom 10:00-18:00 4,00 euro a testa Esiste un biglietto cumulativo Cripta + Domus dei Tappeti + TAMO

Domus dei Tappeti di Pietra, Ravenna

Domus dei Tappeti di Pietra, Ravenna

La Domus dei Tappeti di Pietra è uno dei più importanti siti archeologici italiani scoperti negli ultimi decenni., e è stata inaugurata dal Presidente dea Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nell’ ottobre 2002.

Collocata all’interno della settecentesca Chiesa di Santa Eufemia, in un vasto ambiente sotterraneo situato a circa 3 metri sotto il livello stradale, è costituita da 14 ambienti pavimentati con mosaici policromi e marmi appartenenti ad un edificio privato bizantino del V-VI secolo.

Di particolare interesse e bellezza i mosaici decorati con elementi geometrici, floreali e figurativi ritenuti unici, come nel caso della “Danza dei Geni delle Quattro Stagioni”, rarissima rappresentazione che mostra i Geni danzare in cerchio o come per la figura del “Buon Pastore”, ritratto in una versione differente dall’usuale rappresentazione cristiana.

Cripta Rasponi e Giardini Pensili del Palazzo della Provincia.

ORARIO APERTURA fino al 07 set, mart-dom 10:00/14:00 ,dall’ 08 set al 02 nov  solo venerdi,sabato e domenica  10:00/14:00 , dal 03 nov chiuso 2,00 euro a testa Esiste un biglietto cumulativo Cripta + Domus dei Tappeti + TAMO 7,00 euro a testa

A pochi passi dalla Tomba di Dante c’ è uno degli angoli più belli e suggestivi della città di Ravenna: la Cripta Rasponi e i Giardini Pensili del Palazzo della Provincia.

L’accesso alla cripta e al giardino con bella fontana avviene dal monumentale portico sul lato sud di Piazza San Francesco.

La cripta, in realtà una piccola cappella gentilizia che non è mai stata usata dai defunti della famiglia Rasponi  è il nucleo più antico conservatori del complesso architettonico di Palazzo Rasponi, risalente con tutta probabilità alla fine del XVIII secolo. E’ un piccolo angolo di paradiso dove potersi estraniare dallo stress della città, (andateci al tramonto è magico!)

Questi sono i monumenti che secondo noi vale la pena vedere a Ravenna, ( non vi dimenticate della Tomba di Dante e il Museo Dantesco di cui vi ho parlato qui)

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 1.312 volte, 7 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.

Commenta per primo!

avatar
wpDiscuz