- Girandolina - https://www.girandolina.it -

Isola di Rab, visita alla sua piccola cittadina principale

 

La pioggia della notte, aveva un po’ raffreddato la temperatura, e cosi’ dopo aver fatto colazione, decidiamo tutti assieme di visitare un po’ la zona, partendo subito dalla città di Rab. in croato Arbe .Riprendiamo le nostre macchine e fatti i 5 km che ci separavano dal  centro, parcheggiamo( a pagamento) nelle vicinanze del piccolo porto di Rab.

Rab Isola Di Rab

Rab Isola Di Rab

Allungata su uno stretto promontorio proteso sul mare, la cittadina di Rab da un lato racchiude il porto e dall’altro si affaccia sul bel golfo di Sant’Eufemia. Il tipico paesaggio mediterraneo, fa da sfondo a questa bellissima città, dal ricco passato storico, in quanto crocevia di popoli e culture diverse.

Un reticolato di calli e gradinate porta dalla città bassa al nucleo storico più antico, Kaldanac, arroccato sulla rupe e dominato da quattro campanili, che conferiscono a Rab la sua caratteristica silhouette. Il percorso cittadino( in realtà molto piccolo) è segnato da tre strade parallele al porto: la via del centro (Srednja Ulica), la via bassa (Donja Ulica) e la via superiore (Gornja Ulica).

Da piazza San Cristoforo, affacciata sul porto, ariosa e gremita di caffé, il primo esempio di edificio nobiliare che s’incontra sul cammino percorrendo la via del centro è Palazzo Dominis, costruito nel XV secolo, la cui facciata è ornata di ricche finestre rinascimentali. Sulla sinistra, lo sguardo è attratto dai balconi con i leoni alati di Venezia di Palazzo Tudorini.

Proseguendo sulla strada lastricata si arriva alla bella Loggia Cittadina, edificata nel ’500 dalla Serenissima come luogo di ritrovo pubblico. Di fronte ai portici della loggia, oggi occupati dai tavolini di un caffé, c’è la torre dell’orologio, costruita nel medioevo.

Avvicinandosi all’estremità del promontorio, s’incomincia a intravedere il verde del parco cittadino, con la statua di San Marino al centro .

La leggenda vuole che esso sia, proprio il San Marino fondatore dell’ omonima Repubblica indipendente  di San Marino in Italia; al margine, appoggiato alle mura, il bel convento di Sant’Antonio; ma prima s’incontra la Chiesa della Beata Vergine Maria, dalla superba facciata romanica in pietra bicromatica rosa e bianco e il bel  campanile romanico, alto 26 metri, che svetta poco ad ovest della chiesa.

La torre più alta di Rab è però il campanile del monastero di Sant’Andrea,(che è possibile visitare),  risale all’anno mille ed è quindi uno dei più antichi e meglio conservati. Al monastero si accede risalendo dal parco lungo Ulica Rablianina: la chiesa a tre navate merita di sicuro una visita, ma molto bello è anche il panorama dalle alte mura, che dominano il golfo di Sant’Eufemia.

Monastero Sant'Andrea Isola di Rab

Monastero Sant’Andrea Isola di Rab

Dal monastero ritornando lungo la via alta s’incontrano, nell’ordine, la Chiesa di Santa Croce, che durante i mesi estivi ospita numerosi eventi musicali, il complesso di San Giovanni Evangelista,  e infine la “Grande Torre”, incastonata nelle antiche mura, a fianco della quale sorge la piccola chiesa di San Cristoforo. Questo è il punto più alto della città; prima di scendere nuovamente verso il porto, vale la pena fermarsi per ammirare il panorama e fare tantissime foto!

Ritorniamo al nostro albergo verso l’ ora di pranzo, ci facciamo consigliare, e a piedi ci inerpichiamo sui sentieri che si snodano lungo tutto il parco di Suha Punta, fino all’ albergo Eva, e facciamo conoscenza di Peter, il proprietario di Ludmila Bed and Breakfast, dove pranzeremo da dio, spendendo veramente niente!!

B&B Ludmilla Isola di Rab

B&B Ludmilla Isola di Rab

Infatti da lì in avanti avremo il tavolo fissato per tutti i nostri pranzi!!

La sera la città di Rab, si anima, divenendo un po’ il centro focale della movida… moltissimi bar, e localini con i tavolini all’ aperto,musica dal vivo,negozi di souvenir e una moltitudine di persone che camminano nel porticciolo……per i parcheggi non vi preoccupate, ce ne sono moltissimi, noi di solito lasciavamo la macchina, nei pressi di un campetto di calcio abbandonato, a 3 minuti a piedi dal centro!!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 658 volte, 1 oggi)