Monastir: la cammellata nel deserto

Finalmente io e Alessio, avevamo prenotato la famosa “Cammellata nel deserto”, che io avevo già provato a Djerba con i miei genitori, e siccome mi era piaciuta tanto, volevo farla provare anche a Alessio!

La Cammellata a Monastir

La Cammellata a Monastir

La gita consisteva, nel poter percorrere, tre tratti di strada sterrata nel deserto, in groppa a un cammello, poi in sella a un cavallo, e infine per riposarsi in una graziosa carrozza, non necessariamente  però , nello stesso ordine cronologico , ma a propria scelta!

Innanzitutto facciamo una precisazione, si dice “Cammellata,” ma in Tunisia sono presenti i dromedari, che differenziano dai “cugini” cammelli egiziani, per la  loro unica gobba,( mentre gli altri, ne hanno due!)

Arriviamo quindi al maneggio, dove tanti dromedari pacifici aspettavano di essere sellati, e io mi metto a ridere, quando inizio a vedere arrivare ,i nostri compagni di viaggio, vestiti tranquillamente come per andare in spiaggia, con infradito ai piedi  e boxer costume per gli uomini,e bikini e pareo per le donne!!Forse il nome con cui vengono chiamati  comunemente i dromedari dai tunisini” Nave del deserto”, ( dalla loro resistenza alla sete, alla fatica di trasporto di grossi carichi, e alla loro velocità!)aveva un po’ frainteso le idee di questi turisti!!!

Al momento di salire sulla gobba di questi animali, vi farei vedere le acrobazie di queste stupide, per evitare di far vedere quel poco che ancora il costume copriva, ( senza dirvi in che stato erano poi a fine giornata, il continuo sfregamento della sella dura, sulle loro cosce nude, era visibilissimo!!)

La Cammellata a Monastir

La Cammellata a Monastir

Quindi ricordatevi, di mettervi un abbigliamento adeguato per questa esperienza: maniche corte, e pantaloni lunghi, crema per la protezione solare ( si va nel deserto,) e cappellino e occhiali da sole!

Salire sulla groppa del dromedario e’ divertentissimo ,perche’ questo animale si alza da terra usando le zampe posteriori, quindi quando siete sopra, venite come sbalzati in avanti , se non vi tenete bene alla sella, e al momento di scendere, esso usa le zampe anteriori, e si rischia di cadere all’ indietro , gambe all’ aria!!!

Iniziamo il percorso con noi in sella ai dromedari, in testa alla carovana, seguiti dai cavalli e poi dalle carrozze; abbiamo “galoppato” sul dromedario circa mezz’ora, godendoci il paesaggio, e ridendo dei movimenti goffi e della posizioni strane, che eravamo costretti a mantenere per restare in equilibrio!( Io davanti, con i ginocchi che sbattevano continuamente alla sella dura, e Alessio abbarbicato letteralmente a me, per evitare di scivolare in fondo alla gobba!!!Che ridere!!!

Alla prima sosta, decidiamo di scendere, anche per riposarci un po’,e saliamo sulle carovane per riprendere fiato. Al secondo stop, decidiamo di provare a salire sui cavalli,io salgo su un cavallo, e Alessio su un piccolo asinello, che faceva i cavoli suoi cercando il cibo, invece di seguire il percorso!!!

La Cammellata a Monastir

La Cammellata a Monastir

Quasi alla fine della Cammellata, è successo un po’ di confusione e di disorganizzazione: un paio di carovane si sono rotte,e le persone sopra erano state costrette a scendere e fare la strada a piedi, i dromedari e i cavalli non erano sufficienti per tutti quanti noi turisti,e in conclusione, molti non hanno potuto concludere il percorso, con conseguente malcontento generale!!

Finiamo la giornata in un piccolo villaggio, dove simpatiche donne tunisine, ci preparano il loro pane tradizionale, una specie di piadina, che toglievano calde calde   ,direttamente dai dei forni in pietra, scavati in terra.

Al rientro in albergo, sono stati fatti i vari reclami alla direzione, per la disorganizzazione della nostra gita, e per sedare gli animi , alla fine ci sono stati resi tutti i soldi spesi per la gita, anche a noi, che alla fine avevamo completato tutto il percorso!!!Che fortuna!!!!

La sera, dopo ormai il nostro appuntamento serale quotidiano allo spettacolo dell’ animazione, decidiamo di fare un bagno in piscina in notturna,insieme ai nostri amici;ma dopo poco si è sparsa la voce, e alla fine in piscina, eravamo un casino di persone!!!

Poi subito a letto stanchi dalla giornata..( non ci crederete ma è veramente stancante “galoppare” su un cammello!!)

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

 

(Visualizzato 642 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar