Pistoia capitale della cultura italiana 2017, visita alle sedi della conoscenza pistoiese

Grazie al recente Instameet organizzato dal gruppo di Instagramers di Igers Pistoia, abbiamo avuto modo di scoprire e riscoprire bellezze e monumenti pistoiesi…

BIBLIOTECA SAN GIORGIO

Per esempio lo sapevate che la Biblioteca San Giorgio di Pistoia è una delle maggiori biblioteche pubbliche della Toscana?E’ stata inaugurata recentemente ( 10 anni fa il 23 aprile), alla presenza del premio Nobel Dario Fo, e deve il suo nome alle vecchie Officine San Giorgio che un tempo (nel lontano 1906), qui sorgevano. Questa fabbrica era la principale fonte di sostentamento della città di Pistoia, e si occupava principalmente in origine della produzione delle carrozze a trazione ippica( le carrozze trainate da cavalli) , ma ben presto lo stabilimento industriale divenne uno dei principali d’Italia, e si iniziò a occupare della trazione ferroviaria. Pensate che la parte meccanica del celebre tram che univa Roma ai Castelli Romani e che ha funzionato fino al 1980 proveniva dalla San Giorgio di Pistoia.

Purtroppo lo stabilimento fu preso di mira dalle bombe tedesche durante la seconda guerra mondiale, subendo grossi danni, ma dopo la ricostruzione si riprese la produzione di carri ferroviari e autobus

Biblioteca San Giorgio Pistoia, salone di accesso

Biblioteca San Giorgio Pistoia, salone di accesso

La ragione sociale negli anni mutò più volte ma il nome che rimase più a lungo fu Breda Costruzioni Ferroviarie. Verso il 1980 la produzione industriale si è spostata nel nuovo stabilimento di via Ciliegiole con la ragione sociale Officine Meccaniche Ferroviarie Pistoiesi, e la vecchia e vasta area San Giorgio rimase abbandonata  per tanto tempo, fino a che passò di proprietà comunale , e si decise di destinarla a un  importante progetto di riqualificazione urbana come la nuova biblioteca!

Appena si entra all’ interno della biblioteca nel salone di accesso si nota l’altissima struttura a volta  che ricorda i capannoni industriali delle vecchie Officine San Giorgio  e che  erano presenti nella medesima area per la costruzione di locomotive ferroviarie ed altro materiale rotabile.

La biblioteca  è fornitissima, e conta più di 160.000 documenti tra libri, periodici, materiale multimediale, ma non è tanto il vasto patrimonio culturale che affascina, ma l’ atmosfera che emana….Di solito delle biblioteche pubbliche si ha sempre un ‘immagine in mente, di piccole sale buie e impolverate, con tristi tavoli e sedie sgangherate e bibliotecari scorbutici e vecchi che sembra faccino ormai parte dell ‘arredamento!!!Qui invece  è tutto luminoso, giovane e divertente!!

Biblioteca San Giorgio Pistoia, libri, libri e libri

Biblioteca San Giorgio Pistoia, libri, libri e libri

Pieno zeppe di gente ,studenti che studiano nelle comode terrazze all ‘aperto, bambini che giocano nelle sale multimediali, e che volendo possono prendere del materiale informatico e provarlo comodamente a casa per 15 giorni ( ipad, kindle, telecamere Gopro); comode poltrone e anche un sala bar accolgono i visitatori… e se cercate un po’ di privacy e silenzio ci sono sale apposite in cui anche il semplice volare di una mosca può essere molesto!!

State studiando da tutto il giorno e vi sentite tutti indolenziti e con le gambe anchilosate? Non vi preoccupate, vi potete rilassare leggendo giornali di gossip ( eh si anche questa è “cultura”no?) pedalando sulle tante cyclette presenti e disponibili per tutti!!

Biblioteca San Giorgio Pistoia, il paradiso di Girandolina

Biblioteca San Giorgio Pistoia, il paradiso di Girandolina

Io ho sempre amato leggere, per me ogni libro è l’ inizio di un nuovo viaggio, e in ambienti come questo  mi sento veramente a casa… Potermi sedere in una di quelle ampie poltrone e sprofondare nella lettura è uno dei miei passatempi preferiti!Per questo ho amato ogni singolo attimo passato qui, e quasi a malincuore sono andata via!!

Per tutte le informazioni, vi suggerisco di consultare il sito ufficiale: http://www.sangiorgio.comune.pistoia.it/

 

FONDAZIONE  MARINO MARINI PISTOIA

In occasione della nomina di Pistoia a Capitale della Cultura italiana 2017, il Comune di Pistoia dal 02 aprile 2017, dà la possibilità di poter accedere ai musei pistoiesi gratuitamente, e questa può essere una bella occasione per visitare uno dei musei pistoiesi più importanti, ovvero la Fondazione Marino Marini

Orari aperture Museo Domenica 14.30 / 19.30 Lunedì chiuso

Dal 1 Aprile al 30 Settembre dal Martedì al Sabato 10.00 / 18.00

Dal 1 Ottobre al 31 Marzo dal Martedì al Sabato 10.00 / 17.00

Marino Marini è stato un grandissimo artista pistoiese,le cui opere sono state presentate e accolte nei maggiori musei del mondo. Iniziò prima con la pittura e il disegno per poi dedicarsi alla scultura qualche anno più tardi.

In tutta la sua arte Marino Marini ha 4 temi principiali che si possono facilmente individuare nelle sue opere, ovvero :Cavalli e Cavalieri ,Pomone, Ritratti e il Mondo del circo e del teatro. Questi soggetti ricorrono spesso nelle sue opere, perchè secondo lui non era importa,te cosa si rappresentava, ma il come lo si faceva!

Fondazione Marino Marini Pistoia, il chiostro

Fondazione Marino Marini Pistoia, il chiostro

Dopo la morte dell ‘artista, l’ adorata moglie Marina si è trasferita definitamente a Pistoia e ha dedicato la sua vita alla promozione delle opere e delle arti del marito, organizzando mostre in tutto il mondo e creando nel 1983 la Fondazione Marino Marini istituita con lo scopo di assicurare la conservazione, la tutela e la valorizzazione dell’opera e del patrimonio artistico di Marino.; nel 1988 ha donato un folto gruppo di opere per la realizzazione del Museo Marino Marini San Pacrazio di Firenze e nel 1990 la Fondazione ha trovato la sua sede nel complesso del ex Convento del Tau a Pistoia divenendo, assieme al Centro di Documentazione Marino Marini, istituito con una prima donazione di opere e documenti dallo stesso Marino alla città nel 1979, punto di riferimento assoluto per la figura dell’Artista.

L’ingresso al Museo, è caratterizzato da un piccolo chiostro centrale chiuso da una piramide rovesciata in vetro che fa defluire le acque piovane in un antico pozzo, si è trasformato negli anni in uno spazio polifunzionale per il Museo e la Città. La visita al musoe è suddivisa in 3 piani dove tutte le opere dell’ artista sono esposte in bella mostra.

Fondazione Marino Marini Pistoia, il gruppo equestre

Fondazione Marino Marini Pistoia, il gruppo equestre

Sicuramente una delle  opere che più mi è piaciuta e che è una delle più caratteristiche e famose di Marini è il gruppo equestre, in cui lui rappresentava  la storia dell’umanità e della natura nella figura del cavaliere e del cavallo, infatti nel tempo il cavaliere diventa sempre più incapace di padroneggiare il suo cavallo,che diventa sempre più irrequieto e feroce e diventa rigido invece di impennarsi!

La visita al Museo Marino Marini è sicuramente un must to do da fare se venite a Pistoia, perché avrete la possibilità di poter ammirare uno degli artisti più favolosi  del nostro tempo!

Per tutte le info vi suggerisco  di visitare il sito ufficiale http://www.fondazionemarinomarini.it/index.php

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 280 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
4 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
ROSSELLA BALDECCHI
15 Aprile 2017 9:34

Penso che luoghi siano fatti dalle persone che li fanno vivere. La Biblioteca San Giorgio è un edificio meraviglioso, uno splendido contenitore dove migliaia di persone trascorrono il loro tempo, ma è la genialità di chi lo dirige e che ne è l’anima a renderlo così.
Maria Stella Rasetti, insieme agli Amici della San Giorgio, ne hanno fatto il tempio della cultura pistoiese, un fiore all’occhiello il cui stile è di esempio per l’Italia intera.
Grazie, sono fortunata a vivere qui.

Cristina Palandri
Cristina Palandri
14 Aprile 2017 0:17

La Biblioteca San Giorgio una tra le più recenti strutture, la più innovatrice della nostra città, ma credo anche tra quelle italiane per la sua caratteristica principale che sono: Comunicazione e socializzazione a tutte le discipline culturale,sociali. Possibilità di far conoscere e di promuovere argomenti, presentare progetti a tutto il vasto pubblico che sempre accompagna ogni iniziativa. Veicolo pulzante della città, vulcano di impresa e di passione sempre attento alle evoluzioni, ai cambiamenti,ma soprattutto attenta ai bisogni di ogni individuo,passando da una bellissima ludoteca sala altamente curata con laboratori per bambini,fiore all’ occhiello che da sempre va riconosciuta alla città… Continua a leggere...