Tour della Romagna in auto, fra borghi, castelli e parchi divertimento

Visitare il nostro Bel Paese in una giornata? Impossibile? No!!

Basta andare all’ Italia in Miniatura, uno dei tanti parchi divertimento che “ornano”, la costa romagnola; qui infatti ,avrete modo di conoscere tutte le nostre regioni, con le principali città e i propri monumenti più rappresentativi e famosi, in forma ovviamente “ridotta”!!!

Tour della Romagna - L'Italia in Miniatura

Tour della Romagna – L’Italia in Miniatura

Meta ideale per famiglie con bimbi piccoli, può anche essere un interessante gita fuori porta per tutti! Oltre l’ Italia, non perdetevi il trenino panoramico, che vi farà vedere tutto il parco dall’ alto ,e un giro in gondola a Venezia, ricostruita perfettamente identica in scala 1:10.

Da pochi anni, è presente anche l ‘Europa in miniatura, con le principali attrazioni turistiche più famose, come il Castello Neuschwainsten, o il Palazzo Belvedere a Vienna!!

Poi ci sono il parco giochi con i giochi d’ acqua, la nursery dei pappagalli , e il padiglione della scienza…. per mangiare non preoccupatevi, ci sono tanti punti di ristoro, disseminati per il parco, insieme a un grande ristorante fast food ( che vi suggerisco!)

Il periodo migliore per andarci, rimane sempre primavera/estate, per poter meglio apprezzare le giostre acquatiche ,e la lunghezza delle giornate,( in estate il parco è aperto anche di notte!); ma preparatevi anche a fare la fila, l ‘affluenza in questo periodo dell ‘anno, sarà infatti molto alta!!!

Da quest’ anno poi è più conveniente visitare il Parco, perchè con il biglietto d’ entrata, è possibile, ritornare, tutte le volte che si vuole, gratuitamente; basta farsi fare una foto al box informazioni, e il gioco è fatto!!!

Io e Alessio, ci siamo stati qualche volta, e anche recentemente ne abbiamo approfittato per fare una veloce capatina, visto che rimaneva di strada, per la nostra meta; e come sempre mi sono divertita a riconoscere le varie regioni dai monumenti, e prendendo ispirazione, per i prossimi viaggetti futuri!!!

Tour della Romagna - La Leggenda di Azzurrina, nel Castello di Montebello

Tour della Romagna – La Leggenda di Azzurrina, nel Castello di Montebello

Dopo un veloce pranzo, siamo andati a quello che era lo scopo della mia “scappata” in Romagna: la visita al Castello di Montebello, situato sulle alture dell’ entroterra riminese.

Questo castello oltre per la sua bellezza e posizione dominante, è diventato famoso per la leggenda che vi aleggia intorno…, e che giornali e televisioni di tutto il mondo hanno contribuito ad alimentare…..

La leggenda di Azzurrina, la bimba albina, vissuta intorno al 1400..Figlia del Conte del castello, che a causa della sua particolarità, ( l ‘albinismo all’ epoca, era sinonimo di stregoneria!), viveva segregata , e costantemente sorvegliata da due guardie,, con lo scopo di proteggerla. La madre aveva tentato invano di colorarle i capelli bianchi con delle tinture nere vegetali, ma il pigmento, non aveva presa sui capellli della bambina, e svaniva, quasi subito, lasciando un alone azzurro ( da qui Azzurrina!)

Un giorno quando fuori infuriava un temporale, la bimba come sempre giocava con una palla, nelle cantine del castello, seguita dalle sue guardie, quando la palla cadde, nella ghiacciaia.. Azzurrina la seguì con l’ intento di riprenderla…. e scomparve. Nessuno l’ ha più vista, nè è più stato ritrovato il corpo!!!

La sua storia, e’ stata tramandata nei secoli, fino ad arrivare fino a noi, e la leggenda dice, che ogni lustro, nella notte del Solstizio d’ estate, si senta la bimba piangere, e chiamare la mamma…

Negli ultimi anni, con le nuove tecnologie, sono state fatte delle registrazioni dagli addetti del settore, di notte, con il castello vuoto e sigillato, e effettivamente gli apparecchi hanno captato qualcosa….

Io nonostante, abbia un po’ di timore, di tutto quello che è l’ occulto, fantasmi , spiriti ecc, sono rimasta molto affascinata da questa storia, tanto da voler andare di persona, a vedere questi luoghi, e sentire queste ” famose” registrazioni, che vengono fatte ascoltare ai visitatori durante le visite al castello.

Dopo aver fatto infatti il tour delle varie sale, si viene introdotti, nel corridoio, dove ancora esiste la scaletta che portava alla ghiacciaia, dove scomparve la bimba; li al buio e nel silenzio più assoluto, vengono fatti ascoltare questi suoni…

Ogni persona, poi la penserà a modo suo… c’e’ chi dice che sono solo rumori dei mobili vecchi, chi invece il vento fuori, e altri che sostengono che si senta effettivamente una voce di bimba urlare.
Anche io personalmente, mi è sembrato di udire, una voce di una bimba terrorizzata, che chiamasse la mamma…. e la sensazione non è stata per niente bella, quando siamo usciti, avevo ancora i brividi addosso, ( e fuori era circa 30 gradi!)!!!

Tour della Romagna - Girandolina nei vicoli di Sant' Arcangelo di Romagna

Tour della Romagna – Girandolina nei vicoli di Sant’ Arcangelo di Romagna

Ripresa la macchina, e ripresa anche me, scendiamo verso Sant’ Arcangelo di Romagna, un paese veramente carino, con un centro storico degno di nota. Famoso per aver dato i natali all’ artista Tonino Guerra, lo è soprattutto per la sua superba cucina, e i suoi fantastici ristoranti, uno in particolare mi sento di consigliarlo: la Sangiovesa.

Esso si trova ai piedi della scalinata che porta alla Torre dell’Orologio, all’interno dell’antico Palazzo Nadiani, luogo di cultura e tradizione culinaria della Romagna più vera. Illustre ,e abituale cliente dell’ Osteria , era anche il grande regista Fellini,( a cui si deve lo stemma del ristorante!)

Qui si possono gustare i veri piatti della cucina tradizionale romagnola, dalla piadina fatta in casa, ai salumi e i formaggi di prima scelta… ( come il tipico” squaccherone”!!)e alla mitica pasta , e le carni!!Poi non dimenticatevi del dessert, qui il gelato e’ di produzione propria, ed è squisito!!!

Tour della Romagna - Ristorante la Sangiovesa, Sant' Arcangelo di Romagna

Tour della Romagna – Ristorante la Sangiovesa, Sant’ Arcangelo di Romagna

Dopo aver assaporato le prelibatezze culinarie, che vi verranno proposte… fate un giro per il locale, dove ogni saletta rievoca la storia e le antiche tradizioni romagnole, la cultura e l’arte dei tempi passati.

Dalla fonte dell’amore nelle grotte risalenti circa all’anno mille, alla saletta del teatro dei Condomini, che celebra i fasti del teatro di paese. Dal tuffo nella saletta Valmarecchia alle caveje antiche che battevano il tempo dei buoi.

Ricordatevi anche di visitare le grotte e le cantine sottostanti, come la Grotta delle colombaie che scende dolcemente dentro le viscere dell’Osteria. Scavata nella sabbia arenaria, la Grotta delle colombaie ripropone la tipologia classica che caratterizza molti cunicoli che si snodano nel sottosuolo del paese. Una sorgente, intitolata alla leggenda di Penelope, scritta da Tonino Guerra, attende il visitatore al termine della discesa. Qui molti innamorati si sono dichiarati il proprio amore!!

Tour della Romagna - La ruota panoramica di Rimini

Tour della Romagna – La ruota panoramica di Rimini

Dopo cena, cerchiamo di smaltire, la pantagruelica cena, passeggiando per le vie del centro,e poi non contenti, andiamo alla ruota panoramica di Rimini, concludendo degnamente questa bellissima giornata, con un bel giro in notturna!!!

Che dire, questo potrebbe essere un bell’ esempio di gita fuori porta, nella nostra bellissima Italia!!

Spero di esservi stata utile

Alla Prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 1.174 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments