Come si festeggia Natale nel mondo?

BUON NATALE GIRANDOLINI E GIRANDOLINE!!!!!!

Salve  a tutti oggi finalmente è Natale!!! Cosa state facendo? Come Lo state festeggiando? Attorno al tavolo imbandito per le feste? Noi siamo insieme a entrambe le nostre famiglie festeggiandolo tutti insieme.. in piena tradizione natalizia!

In Italia comunque la tradizione è abbastanza simile per tutte le regioni, la differenza viene data dalla gastronomia tipica regionale, e se si festeggia la vigilia di Natale con la cena, oppure il giorno di Natale stesso con il pranzo natalizio.

Il nostro Albero di Natale del giardino, in una nevicata di qualche anno fa

Il nostro Albero di Natale del giardino, in una nevicata di qualche anno fa

Gli addobbi, le luminarie e l’ albero di Natale, vengono accesi l‘8 dicembre , il giorno dedicato all’ Immacolata Concezione della Madonna e nelle regioni del nord Italia si prepara la Corona dell’ Avvento, un po’ come i paesi del nord Europa.

La Santa Messa di Natale o Messa di Mezzanotte , è la notte del 24 dicembre, alla vigilia appunto, e poi la mattina dopo con la messa per la  benedizione natalizia. Dopo il pranzo di Natale ( che dura un bel po’ d’ ore, in pieno stile italiano) se è una bella giornata si va di solito a passeggiare, e anche al cinema, oppure se è freddo e brutto tempo si può giocare tutti insieme a carte o con un gioco di società.

Ma pensiamo come viene festeggiato in tutto il mondo? Lo festeggeranno uguale a noi? Oppure le tradizioni saranno diverse? Scopriamolo insieme!!

IN AUSTRIA

In Alta Austria e nel Salisburghese si va alla Messa natalizia per bambini,  che è una messa di pomeriggio. Dopo la messa si va al cimitero per pensare ai morti.

Poi si ritorna a casa e si mangiano le salsicce con i crauti. Invece nel Salisburghese si mangia una minestra di latte detta „Bachikoch“, che è una mistura di latte e farina (tipo la minestra bianca). Oppure in altre zone la sera si mangia un brodo di manzo con la pastina e fettine di Würstel.

Si sente una campanella che significa l´arrivo del „Christkindl“ e ci si ritrova tutti insieme davanti all´albero di Natale per  cantare le canzoni natalizie,  leggere  il Vangelo e pregare  il „Padre Nostro“.

A mezzanotte c´è la Messa di Mezzanotte. Prima e dopo ci sono i musicisti sul campanile della chiesa che suonano con le trombe le canzoni natalizie.

IN GERMANIA

In Germania il periodo natalizio inizia già a novembre per il  giorno di San Martino l’ 11 novembre; le   scuole organizzano per il tardo pomeriggio delle processioni dove i bambini portano delle lanterne, che hanno costruito  con l ‘aiuto dei maestri, e che serviranno a  illuminare la strada a San Martino. In alcuni luoghi c’è anche la tradizione di andare nei cimiteri per portare la luce là dove c’è il buio.

Il 6 Dicembre arriva San Nicola che porta ai bambini dei cioccolatini o delle casette fatte con il pan speziato e altre bontà da mangiare.

Nel periodo dell’ avvento vengono fatte delle ghirlande dove poi nelle quattro domeniche precedenti il Natale vengono messe delle candele e si addobba la casa. In questo periodo si preparano molti dolcetti come i Lebkuchen o il Christollen e si beve vino speziato. Il 24 dicembre si addobba l’ albero e alla sera arriva il Christkind (il Bambino Gesù) e arriva poiBabbo Natale per consegnare i regali a chi è stato bravo.

IN GRAN BRETAGNA

Il nostro piccolo albero di natale in casa

Il nostro piccolo albero di natale in casa

In Inghilterra le tradizioni natalizie non si distaccano molto da quelle degli altri paesi. Da dicembre si inizia ad aprire il calendario dell’avvento e due settimane prima di natale si inizia a decorare la casa e l’albero, che viene abbellito con luci e fiocchi.

La sera della vigilia, i bambini appendono delle calze per Father Christmas ( Babbo Natale) e per ringraziarlo dei regali  gli  lasciano un bicchiere di latte e un dolce (mince pie) e per la renna Rudolph lasciano anche una carota. Il giorno di Natale si aprono tutti i regali e si sta insieme ai parenti  mangiando tacchino ripieno accompagnato da mirtilli e per dolce si prepara sempre il Christmas Pudding o Christmas Cake. Alle 3 del pomeriggio in televisione c’è sempre il discorso della Regina Elisabetta

 

IN SPAGNA

A Barcellona è tradizione il 28 dicembre fare scherzi a qualcuno. I regali se li scambiano il 6 gennaio( giorno della Befana) quando arrivano “los Reyes”, cioè i Re Magi, che arrivano con un ‘entrata trionfale  con quella che si chiama “la cavalcata de los reyes”; ce ne sono varie in tutte le città spagnole, in Barcellona stessa ce ne sono diverse anche se la maggiore li fa partire dal mare per finire poi al Parco della Ciuttadella.

In quel giorno sfilano quindi carri bellissimi con i re magi sopra che distribuiscono caramelle tirandole giù dal carro; tutti li aspettano a corteo e li seguono raccogliendo dietro il loro passaggio caramelle di ogni tipo .

Babbo Natale con il consumismo  di adesso comincia a portare qualche regalo la notte di Natale, però essenzialmente tutto si svolge il 06 gennaio.

IN SVEZIA

Il nostro presepe nel pozzo

Il nostro presepe nel pozzo

Durante il periodo natalizio le case vengono addobbate con decorazioni fatte con la paglia, con dei fiori soprattutto rossi, ma anche rosa, bianchi oppure blu chiaro, e con dolcetti speziati che poi vengono appesi. I bambini usano il calendario dell’ avvento per contare i giorni fino a natale e ogni giorno aprono una finestrella. l’ albero si addobba il giorno prima di natale.

La sera di Natale si mangia una minestra di riso, delle polpettine e salcicce. Dopo la cena solitamente ci si riunisce intorno all’ albero per cantare. Solo a questo punto arriva Babbo Natale.

Durante il periodo natalizio in Svezia c’è un’ altra bella festa che è molto sentita: Santa Lucia. Questa festa si celebra il 13 dicembre quando c’è il solstizio d’ inverno. Di solito in una famiglia è la figlia maggiore che si veste come Santa Lucia, cioè con una tunica bianca, una cintura rossa e in testa una corona con delle candele accese e porta un vassoio con dei dolci e li offre a tutta la famiglia.

 

IN UNGHERIA

Anche qui si festeggia San Nicola ( il 6 dicembre)e  Mikulás non viene a Natale, ma il giorno del suo onomastico e porta solo dolci (impacchettati in una bustina rossa) ai bambini buoni e fraschette dorate ai cattivi e in questo senso somiglia un po’  alla Befana italiana.

Similmente ad altri paesi europei, si usa addobbare l’albero di Natale, ma solo alla Vigilia di Natale e non prima. Come addobbi si usano anche dolcetti (in genere cioccolatini) a forma ovale, impacchettati in carta lucente. I bambini trovano il regalo (che non viene attribuito a Babbo Natale, ma al bambino Gesù) sotto l’albero la stessa sera. A mezzanotte si va alla messa.

Come vedete le tradizioni sono alcune diverse e altre simili a noi  e in alcuni paesi si usa festeggiare San Nicola al posto di Babbo Natale…

 

Comunque ragazzi e ragazze, il Natale è bello in qualsiasi paese voi siate e  vi auguriamo un felice Natale e che possiate trascorrerlo in serenità e pace insieme alle vostre famiglie!!

Auguri!!!!

Elisa e Alessio

 

 

(Visualizzato 303 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar