Alhambra e Generalife di Granada orari e costi per la visita

L’Alhambra è sicuramente il monumento più importante della città di Granada, e il suo simbolo indiscusso; esso è un complesso di palazzi, e altri edifici, che copre più di 100.000 mq di superficie; fatto edificare sotto i califfi della dinastia dei Nasdiri, Ismail I, Ysuf I, e Muhammad V. Cercando di trasmettere la loro immagine di potere, costruirono la loro idea di paradiso in terra. Pur avendo materiali poveri e modesti quali piastrelle, gesso, e legname, gli artigiani riuscirono a creare questa meraviglia!!Negli anni l’ Alhambra ha avuto anni di decadenza, e subito vari saccheggi,  addirittura un tentativo di incendio da parte delle truppe napoleoniche ( menomale non andato a buon fine)poi drastici restauri, ne hanno restituito la sua naturale bellezza!

L'Alhambra vista dal Generalife

L’Alhambra vista dal Generalife

Il Comitato del patrimonio mondiale dell’UNESCO ha dichiarato l’Alhambra e il Generalife (la tenuta di campagna dei re Nasdiri) di Granada Patrimonio Culturale dell’Umanità nella sua sessione del giorno 2 novembre 1984, e pensate è stata pure indicata tra le 21 finaliste per diventare una delle 7 meraviglie del mondo moderno!

COME ACQUISTARE I BIGLIETTI PER L’ ALHAMBRA E GENERALIFE

Per poterla visitare è necessario prenotare il biglietto in quanto l’ entrata ai Palazzi Nazari è a numero chiuso, e in alta stagione quando l ‘affluenza è al massimo picco, si rischia di non poter entrare!Ora io pensavo che fosse molto più facile comprare i biglietti per L’Alhambra e il Generalife, ma mi sbagliavo….Ci sono molte agenzie e siti web che vendono tour guidati, o biglietti con l’ obbligo di scaricare delle guide pdf a pagamento ecc…  Ho dovuto cercare molto sul web e alla fine gli ho trovati su questo sito ufficiale.

Al momento dell’acquisto dovete scegliere la fascia oraria nella quale intendete fare la visita in base alla stagionalità;considerate che per poter vedere tutto il complesso ci vuole dalle 4 alle 5 ore. Vi verrà chiesto anche un orario preferito per l’ entrata ai Palacios Nazaríes, ricordatevi di essere li circa 30 minuti prima e non ritardate, perché rischiate di non entrare più ( sono molto fiscali su questo!).Il biglietto cumulativo costa 16,00 euro a testa.

ATTENZIONE , con la mail dell ‘avvenuto acquisto dovete recarvi al ritiro dei biglietti ( che vi verrà comunicato nella email)  con la mail stampata e la carta di credito  con cui avete effettuato l’ acquisto ( anche con la poste pay ). Il ritiro avviene a Taquillas de la Alhambra in Corral del Carbon, vicino a Plaza Isabella Castiglia

ORARI PER LA VISITA:

Orario Estivo ( dal 15 marzo al 14 ottobre)

Turno mattina 08:30/14:00

Turno pomeriggio 14:00 /20:00

Turno serale 22:00/23:30 ( da martedi a sabato)

 

Orario Invernale ( dal 15 ottobre al 14 marzo)

Turno mattina 08:30/14:00

Turno pomeriggio 14:00 /18:00

Turno serale 2o:00/21:30 ( venerdi e sabato)

L'Alhambra Palacio del Partal

L’Alhambra Palacio del Partal

COME RAGGIUNGERE L’ALHAMBRA

Da Plaza Nueva si può andare a piedi con una camminata in salita di circa 20 minuti, ma se volete potete scegliere di raggiungerla con il bus C3 dalla Plaza Isabel Castiglia e arrivo all ‘Alhambra. Il biglietto costa 1,20 euro a testa.

COME VESTIRSI PER LA VISITA

Se come noi siete a Granada  in estate, ricordate che le temperature sono molto alte, quindi vi consiglio un abbigliamento adeguato ( vanno bene anche pantaloncini corti) cappellini e bottigliette di acqua; appena finite poi, non le gettate, ci sono tante fontanelle di acqua potabile disseminate per tutto il complesso!

Si può fotografare tutto , solo all’ interno dei Palacios Nazaríes, data la grande affluenza di persone, è richiesto di tenere le borse o li zaini più vicini al corpo onde evitare di danneggiare i muri, e evitare l’utilizzo di treppiedi.

COSA VEDERE ALL’ ALHAMBRA E GENERALIFE

Il complesso comprende molti edifici e palazzi:

ALCAZABA

La Alcazaba era la zona militare, centro di difesa e sorveglianza dell’Alhambra e rappresenta la parte più antica del complesso. Dalla Torre della Vela (la torre di difesa più grande del complesso militare) si può godere del panorama della città e dell’ Albaicin

Alhambra e il Patio de los Arrayanes.

Alhambra e il Patio de los Arrayanes.

PALACIO NAZARIES

Rappresentano un complesso di palazzi costituito dal Palacio de Comares e dal Palacio de los Leones. Vennero costruiti nei primi 30 anni del XIV secolo e avevano funzioni sia amministrative che private, oltre ad essere sede della corte.

Al suo interno si possono vedere sale bellissime e cortili meravigliosi, i più belli e importanti per me sono sicuramente

Il Patio de los Arrayanes.

È il recinto centrale del Palazzo de Comares. I mirti (in spagnolo arrayane(s),sono piantati su entrambi i lati della vasca, che occupa gran parte del patio, e nella quale si riflette l’imponente Torre de Comares, creando un effetto stupendo da fotografare!

Alhambra il Patio de los Leones

Alhambra il Patio de los Leones

Il Patio de los Leones

E’ forse il cortile più famoso dell ‘Alhambra; datato 1377, venne realizzata da Muhammad V, il figlio di Yūsuf I. La pianta è rettangolare, il cortile interno è circondato da un portico con 124 colonne di marmo bianco,tutto intorno c’ erano  le sale private del Sultano e delle sue spose, che non avevano finestre che davano all’ esterno, ma si aprivano sul cortile. Tra le colonne venivano calate delle tende che lasciavano passare la luce.

Fuente de los Leones

Al centro del Patio c’ è questa bellissima fontana, e si dice che questi leoni provengono dalla casa del visir ebreo Samuel Ben Nagrela, che li regalò al Sultano. I leoni sono dell’XI secolo e rappresentano le Dodici tribù di Israele. Una curiosità, alla Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi in Emilia Romagna, il Conte Mattei fece costruire in scala minore proprio questo Patio e la stessa fontana! Noi ne avevamo già parlato in questo articolo!

Alhambra e la Sala de los Abencerrajes

Alhambra e la Sala de los Abencerrajes

La Sala de los Abencerrajes

Questa sala, priva di finestre che danno all’esterno, era la stanza privata del Sultano. I muri sono riccamente decorati: lo stucco ed i colori sono originali La cupola favolosa, è decorata con muqarnas; al centro del pavimento una piccola fontana serviva per riflettere le decorazioni della cupola anche sul suolo. A seconda delle ore della giornate la luce che penetrava all’interno della sala dava una colorazione sempre differente, incantevole e magica.E’ forse una delle sale più belle!

I BAGNI

Il gioiello della casa araba. Il bagno per i musulmani è uno strumento essenziale nella loro vita religiosa quotidiana, a causa dei lavacri che devono precedere la Ṣalāt.E’ molto carino e piccolo e la visita vi prenderà poco tempo!

IL PALAZZO DI CARLO V

E’ a residenza dell’imperatore Carlo V.

Alhambra e i patii del Generalife

Alhambra e i patii del Generalife

GENERALIFE

Situato a nord dell’Alhambra era appunto la residenza privata dei re ,quando volevano sottrarsi agli intrighi di corte.Il nome Generalife significa “il giardino del sublime paradiso”. Passeggiarvi all’ interno è molto bello, e sicuramente aiuta anche dalla terribile calura! Graziosi patii e giardini ricchi di fontane zampillanti, statue e giochi d’acqua ricordano un po’ i giardini già visti sino ad adesso! Sicuramente una bellissima locations per le foto matrimoniali, (abbiamo visto tantissimi sposi aggirarsi nei paraggi!)

Spero con questa piccola guida di avervi aiutato a visitare meglio L’Alhambra!

Continuate a seguirci nei prossimi articoli sempre su #girandoandalusia!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 2.768 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments