Bonus Vacanze 2020, ma è veramente facile utilizzarlo?

In questo anno  che definire strano è  puro eufemismo, si è cercato in tanti modi di rilanciare il turismo italiano, (che ricordo essere una buona fetta del nostro PIL nazionale),e fra le tante proposte, è nato il BONUS VACANZE.

Di  questo bonus se ne è parlato talmente tanto sul web, sia in modo positivo che negativo, da arrivare quasi a confondere le idee proprio ai probabili fruitori con opinioni spesso discordanti fra di loro…

E la cosa più importante, è veramente facile utilizzarlo?

Noi abbiamo provato ad utilizzarlo e vi racconteremo la nostra esperienza e come abbiamo fatto!

Ma innanzitutto  cos’è il Bonus Vacanze 2020?

Esso  è un incentivo governativo, volto a favorire le vacanze delle famiglie italiane all ’interno del nostro Bel Paese, in una delle tante località che ci sono sul nostro territorio, al mare, in montagna, al lago, in città o in uno dei tanti e piccoli borghi più o meno sconosciuti!

Il contributo che spetta è  di importo variabile in base al proprio nucleo familiare, fruibile  per l’ 80 % come sconto sul prezzo  dovuto alla struttura e  il restante 20% come detrazione dall’imposta sul reddito ( che verrà calcolata in fase di dichiarazione dei redditi),

Attenzione  potrà essere utilizzato solo  da un componente familiare.

Bonus Vacanze 2020

Bonus Vacanze 2020

 

Quanto ammonta il Bonus Vacanze 2020?

L’importo del bonus vacanza verrà erogato così:

€ 500 per famiglie composte da 3 o più persone

€ 300 per famiglie di due persone

€ 150 per una sola persona.

Per beneficiarne bisognerà avere un reddito familiare verificato dall’ISEE non superiore ai € 40.000.

 

Per esempio se siete una  famiglia di 4 persone col reddito ISEE inferiore ai € 40.000 , avrete a disposizione € 400 del bonus vacanze per il pagamento alla struttura e i € 100 residui serviranno alla diminuzione delle tasse da pagare in dichiarazione dei redditi dell’anno successivo.

Come si utilizza il Bonus Vacanze 2020?

Esso serve in pratica per pagare i servizi offerti dalle strutture ricettive turistiche , quindi hotel, agriturismi , bed &breakfast , camping,  resort ecc che si trovano però solo in territorio nazionale.

La spesa dovrà essere fatta in un’unica  volta (quindi per intendersi non per pagare doppie ferie in due diverse località)  e ovviamente dovrà essere seguita dalla fattura elettronica o dal  documento commerciale , che ne attesti l’utilizzo ,con sopra  indicato il codice fiscale del soggetto fruitore del credito.

Il bonus  si  può utilizzare in maniera autonoma ( quindi cliente – struttura turistica)  oppure  per i pacchetti  vacanze  offerti dalle agenzie turistiche o tour operator; basta non utilizzare le piattaforme online come Booking, Trivago, Venere, Airbnb ecc.

Il bonus vacanze potrà essere utilizzato dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 quindi eventualmente anche per le vostre vacanze invernali.

Bonus Vacanze 2020

Bonus Vacanze 2020

Come richiedere il Bonus Vacanze 2020:

E’ molto facile e si fa in pochi passi….

Con   il proprio ISEE  in mano, si deve scaricare l’app dei servizi pubblici IO sul proprio smartphone

Dal 1° luglio  si può scegliere di accedere all’app o con il vostro  SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o  con la  vostra carta d’identità elettronica (CIE)

Entrate nella sezione Pagamenti dell’app dove c’è “Bonus Vacanze”.

A questo punto l’app  vi mostrerà le regole per richiederlo e tramite un collegamento con l’INPS , ci sarà la verifica della vostra ’idoneità  e vi verrà comunicato  il risultato con un messaggio nell’ app.

Se l’esito sarà  positivo apparirà un QR Code nella sezione pagamenti con il vostro importo massimo erogato al  vostro nucleo familiare e il periodo di validità.

Come utilizzare il bonus vacanze 2020

Ecco il nodo cruciale……

Purtroppo vuoi per la disinformazione, vuoi per ignoranza, oppure per altri motivi, molte strutture alberghiere  per il momento, si sono rifiutate di accettare il bonus vacanze, con il risultato che molti italiani che lo volevano usare, non lo possono fare.

Un consiglio?

Individuate la zona o la meta d’interesse per le vostre vacanze, e andate sui siti ufficiali degli alberghi ( se già li conoscete)in quanto la maggior parte, ha già scritto espressamente in homepage se accetta o no il Bonus .

In caso contrario , contattate direttamente la struttura sia via email o direttamente al telefono e chiedete espressamente del bonus.

Se invece non conoscete la zona, affidatevi agli Uffici del Turismo del luogo, che vi potranno fornire la lista delle strutture alberghiere che aderiscono all’ iniziativa.

Poi al momento del pagamento basterà   mostrare il QR Code insieme al proprio codice fiscale; il fornitore inserirà quelle credenziali in un’apposita area del sito web dell’Agenzia delle Entrate e verificherà in tempo reale la  vostra validità dell’agevolazione .

Mi raccomando, anche se il pagamento è inferiore all’importo massimo spendibile, il bonus vacanze verrà considerato utilizzato totalmente, perché valido per una volta sola!

Voi che fate, lo utilizzerete il Bonus Vacanze per le vostre prossime ferie?

Alla prossima.

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Elisa

(Visualizzato 199 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
2 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
23 Luglio 2020 10:24

Il Bonus Vacanze quello da 500 euro è “familiare”, può essere speso ad esempio da solo due componenti della famiglia?