Ciaspolata a Teglio-Prato Valentino in occasione di Gusta e Vai

Quando eravamo in vacanza a Tirano, ci è stato proposto anche di poter fare la ciaspolata sulla neve….ovviamente non abbiamo rifiutato, anche perchè per noi era la prima volta che ci cimentavamo in questa attività , e inoltre avremo avuto modo di  conoscere il Terziere Superiore dal punto di vista sportivo; infatti in  questa zona è possibile fare delle vere e proprie vacanze sportive, lo sci in Aprica e Teglio, il climbing, la mountain bike, il ciclismo sui passi del Mortirolo, Santa Cristina, Aprica, Bernina e sui vicini Stelvio e Gavia. Per chi non fosse interessato a emulare le imprese del Giro d’ Italia, c’è il Sentiero Valtellina, pista ciclabile di fondovalle adatta tutti, che unisce tutti i comuni del Terziere! Si possono anche fare delle bellissime passeggiate in Valgrosina o nelle valli del Parco delle Orobie Valtellinesi, e perché no, addentrarsi lungo i “sentieri del contrabbando”, i vecchi passaggi in terra di confine che intraprendevano gli”spalloni” verso la Svizzera.

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Noi siamo stati invitati alla manifestazione Gusta e Vai, che ogni anno (questa è stata la sesta edizione), la prima domenica di febbraio, in località Teglio-Prato Valentino, organizza un percorso enogastronomico sulla neve con degustazione di prodotti tipici valtellinesi, con la possibilità anche di poter usare appunto le ciaspole o gli sci.

Questo percorso della durata minima di 5 ore ( a noi sono servite molto di più), ha una difficoltà media, con un dislivello di circa 500 metri, su una distanza di circa 7, 91 km; sinceramente data la mia esperienza diretta, non so se la consiglierei per bambini molto piccoli, perché comunque ci sono dei sentieri in alcuni tratti un po’ in vera salita, ( e dove io ho avuto anche un po’ di difficoltà); anche se però è aperto a tutti, e io stessa ho visto famiglie con bambini piccolini…..Quindi a voi la scelta!!

La “Camminata” consiste nella percorrenza di vari tratti divisi a tappe, alla fine delle quali ci saranno delle cosiddette “stazioni di servizio”, ovvero baite o similari, dove possibile usare i servizi igienici e rifocillarsi con i prodotti tipici valtellinesi che sono stati suddivisi a partire dalla colazione, aperitivo, pranzo, e merenda. Tutto a opera di volontari, che si sono prestati volentieri a lavorare insieme per questa manifestazione; addirittura alcuni di loro sono rimasti a dormire la notte precedente nelle baite, per essere già pronti per la mattina dopo!

Ovviamente il clou sono i “pizzoccheri” “premio” della stazione di arrivo del pranzo, e dove sono preparati a mano dalle simpatiche signore autoctone (Teglio è la patria del Pizzocchero), che ognuna rigorosamente con il proprio tavolo di lavoro e il proprio mattarello, sfornavano pizzoccheri a tutto spiano!!

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Purtroppo la giornata era senza sole, e già dalla prima mattina ha iniziato a nevicare, e nel primo pomeriggio la neve caduta era già alta 50 cm, quindi le ciaspole sono state indispensabili. Purtroppo non abbiamo potuto ammirare il panorama che avremmo avuto di fronte a noi, ma anche camminare sotto la neve ha avuto il suo fascino!

La partenza avviene nei pressi dell ‘Agriturismo “La Piana” in località La Piana a circa 1260 metri di quota. Qui c’ è possibilità di parcheggio gratuito. Primo stop con piccola colazione e bevande calde offerte

Seconda Tappa: in località Bollone di sotto presso “Cà di Martinei” a quota 1390 metri; seconda colazione però un po’ più sostanziosa, con possibilità di assaggio delle torte e delle crostate con la marmellate fatte in casa! Deliziose, si scioglievano in bocca!!

Terza Tappa: degustazione degli “Sciatt” cotti al momento in località Bollone presso “Cà del Girumin” ;quota 1500 metri. Da qui in poi io ho preferito mettermi le ciaspole ai piedi, perché benchè non ci fosse ancora tantissima neve, si iniziava a salire, quindi mi sentivo più sicura con quelle ai piedi!

Quarta Tappa: assaggi di salumi valtellinesi in località Verdomana presso “Cà del Ricu” in collaborazione con gli “Amis de San Giuan” quota 1500 metri.

Quinta Tappa: degustazione “Chisciol” preparati dalla “Confraternita dei chisciol” in località Brione presso la “Cà del Sain” ;quota 1600 metri.

Sesta Tappa: per arrivare fin qui dalla quinta tappa, abbiamo dovuto fare una bella salita di circa 200 metri per arrivare al tanto agognato premio dei pizzoccheri preparati da “Alpe Teglio” Prato Valentino; infatti siamo a  quota 1800 metri, e credetemi un metro in più e non ce l’ avrei fatta… Ero davvero sfinita, vuoi sicuramente per il fatto che era la prima volta sulle ciaspole e vuoi per la mia vita sedentaria, ero davvero fuori forma, e potermi mettere a sedere finalmente al caldo, dopo che la neve incessante (che nel frattempo continuava a cadere)mi aveva inzuppata tutta, è stato un vero sollievo!

Settima Tappa: piano piano inizia la discesa verso gli assaggi dei dolci tipici in località Prato Valentino Basso presso “Cà del Baghin” a quota 1632 metri.

Ottava e ultima tappa: ultima tappa presso località Agneda alla “Cà di Fiametun” per bere il caffè e gli amari. a 1578 metri di altezza.

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Dopo un po’ brilli per i troppi amari bevuti, abbiamo iniziato l’ultima discesa verso il parcheggio e la nostra macchina.

Come già detto noi non siamo allenati, e la nostra andatura è stata stile Fantozzi, cioè molto piano e siamo stati il fanalino di coda di tutti i 300 partecipanti di quest’anno; ma grazie a questo ho avuto modo di conoscere gli “scopini” ovvero i guardiani che chiudono letteralmente la processione controllando che nessuno resti indietro…

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Ciaspolata Prato Valentino Gusta e Vai

Sicuramente una belle esperienza da riprovare (sperando in un bel tempo stavolta) e ho scoperto di amare le ciaspole(mi divertivo come una bimba a saltare sulla neve fresca) quindi appuntamento con “Gusta e Vai” al prossimo anno, e per la stagione sciistica e le altre attività sportive che si possono fare qui, contattate il sito ufficiale del Consorzio Turistico Media Valtellina.

Spero di esservi stata utile

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

 

(Visualizzato 553 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar