La Cena di Beneficenza a Pistoia ,alla scoperta dei sapori toscani

Anche quest’anno per la quinta volta consecutiva , al Toscana Fair , è stata organizzata la Cena di Beneficenza curata dalla Confcommercio di Pistoia e Prato, con protagonisti i  migliori ristoranti della zona  facenti parte della Toscana In Bocca.

I proventi della serata sono serviti per finanziare la ricerca della Fondazione Radioterapia Oncologica di Firenze, ente del settore sociosanitario da più di trent’anni impegnato nella ricerca scientifica per la cura dei tumori e nell’accoglienza dei pazienti oncologici.

La cena di beneficenza a Pistoia

La cena di beneficenza a Pistoia

Questa serata di gala richiama ogni volta centinaia di persone, curiose di assaggiare le prelibatezze cucinate dagli chef, in una personale rivisitazione dei piatti della tradizione culinaria toscana.

E  per godersi la reciproca compagnia, in una bella serata di comunità e condivisione, con il nobile scopo benefico per la raccolta dei fondi alla lotta dei tumori, grazie alle donazioni e alla lotteria con i meravigliosi premi messi in palio dai tanti negozianti associati della Confcommercio

A fine serata sono stati raccolti 14285 euro, nuovo record per la manifestazione (quasi duemila euro in più dello scorso anno), con la cifra che sarà interamente devoluta per le attività promosse dalla Fondazione fiorentina.

La cena di beneficenza a Pistoia  ( ph Giovanni Fedi)

La cena di beneficenza a Pistoia ( ph Giovanni Fedi)

Con questa manifestazione,  si valorizza la proposta enogastronomica dei ristoratori del territorio, in modo da   incentivare quel turismo gastronomico che oggi  sta diventando sempre più importante.

La cena di beneficenza a Pistoia  ( ph Giovanni Fedi)

La cena di beneficenza a Pistoia ( ph Giovanni Fedi)

Con l’occasione è stato annunciato anche un altro importante evento che avrà luogo il prossimo 25 gennaio sempre al Toscana Fair.

Una cena di beneficenza per raccogliere fondi da destinare alle persone e alle attività colpite dall’evento catastrofico dell’alluvione nel comune di Quarrata, di cui purtroppo seppur in minor parte, siamo stati protagonisti anche noi.

Il menù della serata si è articolato in una selezione di cinque antipasti a buffet accompagnati da quattro aperitivi (due cocktail alcolici e due analcolici), e a seguire un primo piatto, un secondo e un dessert serviti al tavolo.

Gli aperitivi sono stati serviti dai due locali protagonisti della movida  pratese e pistoiese:

Le Barrique di Prato ha proposto  “L’ho Sbaglaio Bene” con bitter rosso, e vino liquoroso aromatizzato al rosmarino.

Il Voronoi di Pistoia ha presentato  GIin -Ger  con Gin, cordiale arancia e zenzero, e Orange Selz con cordiale arancia e zenzero e soda.

La cena di beneficenza a Pistoia  ( ph Giovanni Fedi)

La cena di beneficenza a Pistoia ( ph Giovanni Fedi)

Cinque gli antipasti:

 Ristorante Paca di Prato, new entry della manifestazione, ha portato  OREO , un biscotto  oreo originale con una crema di fegatini di pollo tra due cialde di biscotto al cacao e alla nocciola.

La Fenice pizzeria contemporanea di Pistoia ha presentato il suo “Maritozzo d’autunno”,  un maritozzo  salato con pecorino toscano, arista cotta nella birra di castagne, crema di zucca e finocchietto.

La cena di beneficenza a Pistoia

La cena di beneficenza a Pistoia

Valerio Ricevimenti ha puntato su un “pan brioche con uovo di quaglia “cotto in padella e accompagnato da vellutata di topinambur e prosciutto toscano croccante.

Il Ristorante Da Lorenzo di Montecatini ha presentato  “ Bavarese di aringa” un’elaborata bavarese di aringa affumicata e cavolfiore con un topping di caviale di aringa, accompagnata da una cialda di polenta croccante

Infine i padroni di casa  del Toscana Fair hanno presentato “ Sformatino di Mizuna”  alle erbe croccanti un antipasto che unisce sapori e tradizioni diverse,

Il primo piatto, è stato curato dal ristorante La Bussola da Gino, della mia Quarrata , con “La Maremma incontra l’Appennino”, acquacotta con porri e foglie di spinaci che si sposa con i tortellini, accompagnati da funghi champignon

Il secondo, presentato dal ristorante Rifugio della Saida, è stato un cinghiale in umido con contorno di piselli.

Infine un   un “doppio dessert” preparato da Pasticceria Nuovo Mondo e Il Taba Dolce di Latte ,una fetta di panettone artigianale con sopra gelato all’alchermes.

La serata è stata servita dall’impeccabile servizio curato dagli studenti dell’Istituto Alberghiero di Montecatini, e allietata dal noto presentatore Simone Gai di Tvl Pistoia.

Insomma in conclusione una bella serata elegante, in buona compagnia, con un nobile scopo….

La cena di beneficenza a Pistoia

La cena di beneficenza a Pistoia

E’  stato  anche annunciato l’atteso ritorno de La Toscana in Bocca presso la Cattedrale di Pistoia dopo cinque anni di assenza!

Preparatevi perché a fine aprile 2024 si terranno quattro giornate all’insegna del gusto e dei sapori del territorio, mentre a giugno la manifestazione tornerà a fare tappa a Prato con una serata speciale in una location ancora da definire.

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 130 volte, 1 oggi)
Subscribe
Notifica di

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x