Livigno cosa fare e cosa vedere

Come trascorrere una giornata estiva a Livigno

Il cartellone di entrata a Livigno

Il cartellone di entrata a Livigno

Livigno è stata per me una piacevole sorpresa; non so come mai, ma mi ero fatta un’ idea diversa di questa città alpina, forse fuorviata dai giornali o dalla televisione, la credevo più snob e luogo di villeggiatura preferito di vip, un po’ alla Montecarlo per intenderci, che se vi ricordate non mi è piaciuta molto ( qui l ‘articolo relativo)…..Invece mi sono ricreduta!

E’ una città elegante ma anche una città pulita, a misura d’ uomo,sicura, curata fin nei minimi dettagli e adatta anche alla famiglie.

Il Passo della Forcola

Il Passo della Forcola

Il paese è posto nell ‘Alta Valtellina su un altopiano a circa 1800 m di quota s.l.m.  ai piedi delle Alpi retiche da cui è circondata, infatti questa particolare caratteristica  geomorfologica in parte molto simile all’ Himalaya, le ha valso il titolo “Il Piccolo Tibet” dallo scrittore Alfredo Martinelli!

Inoltre tutto il borgo è molto piccolo, perché si snoda lungo la strada che percorre per oltre 15 km l’ intera valle, attraversata dal torrente Spöl (Aqua Granda in italiano) che convoglia le proprie acque verso l’Eno (Inn) e da questo al Danubio.

Il Passo della Forcola

Il Passo della Forcola

 LIVIGNO COME ARRIVARE

Per arrivare a Livigno esistono solo 3 accessi, il primo quello di fondo valle è di difficile percorrenza, (è stato per molto tempo la causa del relativo isolamento del Val di Livigno in passato) dovuto al particolare e pericoloso passaggio in un vallone strettissimo del fiume Spöl  che scorre per metà del suo tratto iniziale nella Val di Livigno e per l’altra metà scorre nell’Engadina, in Svizzera.

Gli altri due accessi sono valichi montani ad alta quota.

La città di Livigno vista dall' alto

La città di Livigno vista dall’ alto

Dal territorio nazionale italiano si passa unicamente dalla Valtellina attraverso Il Passo del Foscagno, che di norma è aperto tutto l’anno percorrendo la statale 301 del Foscagno;oppure dalla Svizzera tramite il Passo della Forcola di Livigno,passando per la Valle di Poschiavo transitabile però solo d’estate!

Noi l’ abbiamo percorsa nei mesi estivi, e devo dire che è veramente spettacolare, è un’ intera vallata con dolci colline , pendii verdissimi, e un piccolo fiumiciattolo con acque limpidissime sul fondo circondato da centinaia di abeti…. Tutto intorno mucche e pecore a pascolare….

Vi giuro mi sembrava di essere nel cartone animato di Heidi!

State anche attenti ai vari motociclisti che qui si sentono tutti dei Valentino Rossi, e noncuranti vi sorpassano anche in curva!

Se comunque volete raggiungere Livigno in inverno lo potete fare attraverso il tunnel stradale Munt La Schera, dall’Engadina.

E’ stato fatto costruire dalla società svizzera Engadiner Kraftwerke per la costruzione della diga del Punt dal Gall e quindi del bacino artificiale del lago di Livigno (detto anche lago del Gallo). Permette l ‘accesso a Livigno tutto l’anno anche quando gli altri passi sono chiusi.

Livigno la Via Plan

Livigno la Via Plan

Pur essendo completamente in territorio svizzero l’imbocco che dà verso l’Italia è a poche centinaia di metri dal confine, infatti all’ imbocco del tunnel c’è la dogana sia italiana che svizzera.

Esso è di circa 3,5 km di lunghezza è a corsia unica (senso unico alternato) ed a pagamento di pedaggio con tariffe che cambiano in base alle stagioni estive e invernali.

Il tunnel collega la parte bassa e alta dello Spöl evitando il tratto impraticabile del torrente.

  LIVIGNO COSA FARE 

Ovviamente essendo una città alpina, Livigno è molto famosa come stazione sciistica invernale. Ci sono tantissime strutture turistiche ottime, e un eccellente condizione della neve ( la sua altezza le garantisce quasi sempre la neve in tutta la sua stagione senza ricorrere all’ innevamento artificiale)

Inoltre le piste da sci sono innumerevoli e vicinissime al centro abitato, della serie quasi si arriva all’ hotel con gli scii ai piedi!

Il complesso sciistico di Livigno si chiama Carosello 3000 ( dato dall’ altezza massima a cui si arriva) aperto tutto l’anno, si raggiunge con la funivia, da cui poi si ha una vista sublime di Livigno e dell ‘intera vallata sottostante.

Molto interessante anche salirci d’ Estate , dove sono organizzati sentieri di trekking,e il bike Park e  il Mountain Park per le biciclette con veri e propri percorsi da fare!

Ma ecco  la cosa che almeno a noi donne farà molto piacere: lo shopping!!

Livigno e i suoi fiori

Livigno e i suoi fiori

Infatti Livigno gode dello status di zona extradoganale, ed è pertanto esente da alcune imposte, come ad esempio l’IVA.

Questo status ha favorito lo sviluppo turistico a partire dalla fine degli anni cinquanta quando fu finalmente aperto anche d’inverno il Passo del Foscagno.

Infatti prima di allora Livigno era completamente priva di qualsiasi via di comunicazione con il resto del mondo per l’intero inverno, dalle prime nevicate autunnali fino allo scioglimento delle nevi nella primavera.

Con la zona franca molti turisti hanno iniziato ad arrivare in città allettati dai prezzi convenienti di tabacchi, zucchero, profumi ,alcolici ma soprattutto di carburante!

Quindi donne, preparatevi a percorrere la Via Plan, ovvero la strada principale che attraversa tutto il paese, che è piena zeppa di negozi di tutte le marche, con prezzi molto più bassi del normale.

Se poi andate in periodo dei saldi, potrete fare degli ottimi affari, e come me accaparrarvi quella borsa che da anni volevo!!

 LIVIGNO COSA VEDERE 

A livello turistico qui non c’ è molto da vedere, ovvero non ci sono monumenti o siti di elevato interesse storico!

Però potrete godervi la passeggiata lungo il piccolo centro, ammirando le tipiche costruzione alpine a baita di montagna, che d’estate sono piene zeppe di fiori colorati che riempiono balconi e vasi dappertutto.

W lo Shopping sfrenato!!

W lo Shopping sfrenato!!

Immagino che d’ inverno Livigno diventi una specie di paesino fatato e magico, con tutte le lucine accese e contornato dalle montagne intorno completamente innevate….

 LIVIGNO DOVE PARCHEGGIARE 

Non vi preoccupate ci sono tantissimi parcheggi a pagamento lungo il paese, ovviamente la tariffa oraria aumenta in base alla vicinanza al centro… Comunque in genere vanno dalle 1,30 alle 2,50 euro all’ora.

A me Livigno è piaciuta davvero, e spero di avere presto l’ occasione di poterlo vedere sotto l’atmosfera natalizia… Chissà se riuscirò a farmi portare da Alessio per un week end romantico?

Staremo a vedere…Voi nel frattempo continuate a seguirci e vi terrò aggiornati!

Siete curiosi di vedere come è Livigno in inverno? Allora oltre a leggerne gli altri articoli relativi, cliccate PLAY, vi portiamo in un week end invernale nella città alpina!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 43.488 volte, 16 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
8 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
13 Febbraio 2018 9:57

Prima di scrivere un articolo, dovresti ripetere la grammatica italiana!

Anonimo
Anonimo
19 Maggio 2020 13:51
Reply to  girandolina

concordo con Anonimo, a me mi non si può proprio leggere, inoltre da come scrivi sembra tu non ci sia stata, non dai molte indicazioni. frequento Livigno da anni, la conosco molto bene, si può scrivere molto di più. ora non cercare di stuzzicare dicendomi “avanti vediamo cosa conosci”, so bene come useresti le mie info, non mi interessa fare la blogger
Paola (almeno io uso un nome reale)

Paolo
Paolo
30 Novembre 2017 9:12

Ciao,
grazie per le indicazioni.
Abbiamo deciso di andare a Livigno oggi e trascorrere una giornata fantastica grazie anche alle vostre segnalazioni

enzo
enzo
4 Ottobre 2017 19:31

Salve, ottima segnalazione x Livigno, però vorrei trovare più mete del centrosud. Mica siete razzisti?