Praga Romantica, un itinerario di 2 giorni alla scoperta della città

Praga è una delle città più romantiche che noi abbiamo mai avuto la possibilità di visitare; grazie ai suoi scorci, ai suoi vicoli nascosti,ai panorami splendidi e  alla  tranquillità che emana la Moldava che  vi scorre in mezzo,si candita perfettamente per me , per diventare anche una splendida meta di un viaggio per due!!

Piazza Venceslao

Piazza Venceslao

La volta precedente che ci eravamo stati, eravamo più giovani, più smaniosi e sicuramente più affrettati nel vedere le cose, che forse abbiamo perso l’ atmosfera magica che avvolge sempre questa città; che non a caso secondo leggende radicate nel tempo, la farebbero vertice del triangolo della Magia Bianca, insieme a Torino e Lione….Ebbene stavolta ce la siamo voluta gustare e assaporare senza fretta, godendo di ogni attimo passato in questa stupenda città e anche ringraziando la fortuna che stavolta ci ha premiato con un tempo bellissimo e soleggiato e soprattutto con temperature miti circa ( 5/10 gradi) nonostante le medie stagionali di quasi -15 gradi!!

Questo che mi appresto a raccontarvi è l’ itinerario che ci ha suggerito Alberto, la guida che ci ha accompagnato per tutta la nostra permanenza a Praga; è un piccolo tour di Praga di due giorni, da fare in coppia, da soli o in famiglia, ma che permette di vedere e ammirare luoghi e scorci che vanno anche  al di là dei soliti giri turistici, e per questo più belli e autentici., e perchè no forse anche un po’ romantici!

La statua di David Cerny, nel Passaggio Lucerna

La statua di David Cerny, nel Passaggio Lucerna

Partiamo da  Piazza Venceslao, ( visto che avevamo lì il nostro hotel  l’ Adria Hotel Prague), da sempre importante centro commerciale , come  lo era anche nel  Medioevo quando qui vi si svolgeva il mercato dei cavalli, e  anche adesso è un po’ il centro nevralgico della città, con tantissimi, alberghi, ristoranti, locali e negozi che la circondano. E’ un po ‘ la parte moderna di Praga.Il tratto caratterizzante della piazza è la presenza del monumento equestre dedicato a San Venceslao con alle spalle il Museo Nazionale; questa piazza fu anche teatro di numerosi eventi chiave della storia del paese, come il suicidio dello studente  Jan Palach nel 1969.

A Praga ( e come nella maggior parte delle città con clima molto rigido) ci sono molte gallerie coperte che conducono a negozi, club ,teatri e cinema, noi entriamo nel Passaggio Lucerna(sotto il palazzo omonimo) , dove possiamo anche  ammirare  una delle opere più importanti  e controverse dell’artista contemporaneo David Cerny; ovvero  la parodia del monumento equestre dedicato a San Venceslao!Qui potrete ammirare anche un  ascensore a paternoster , perfettamente funzionante, ovvero l’ ascensore dal movimento continuo a velocità costante, che può trasportare massimo 2 persone per volta!

La Casa Danzante

La Casa Danzante

Proseguiamo verso quella che è diventata uno dei simboli dell’ era moderna di Praga, ovvero la famosa Casa Danzante, un edificio per uffici, che prese il posto di un altro bombardato nel 1945; la sua particolare architettura ricorda due ballerini che danzano, da qui l ‘affettuoso soprannome Fred e  Ginger ( dedicato ai famosi ballerini Fred Astaire e Ginger Roger); al primo piano c’è un bellissimo caffè/ristorante con terrazza panoramica da cui potrete ammirare uno dei più bei scorci di Praga.

Da li si può passeggiare mano nella mano per il lungo fiume fino al Teatro Nazionale, dove furono rappresentate per la priama volta due famose opere di Mozart, come il Don Giovanni nel 1787 e la Clemenza di Tito nel 1791. Guardatevi intorno e ammirare il Ponte Most Legii da cui si possono  scattare bellissime fotografie.

Si può decidere di tornare indietro su Piazza Venceslao e imboccare  la strada Na Prikope, dove si trova una delle porte antiche della città e  ritrovarsi nella  Città Vecchia (Staré Město) e raggiungere  la Piazza della Città Vecchia (Staroměstské náměstí).Cercate di esserci all’ ora del tramonto, quando i raggi del sole colpiscono  la Chiesa di Santa Maria del Tyn, e piano piano le luci lasciano il posto al buio della notte….. Vi godrete un tramonto bellissimo in una delle piazze più belle d’ Europa!Dopo la doverosa sosta davanti all’ Orologio Astronomico, e alla Chiesa di San Nicola, si può  a visitare la Biblioteca Municipale( entrata gratuita)al cui interno ammiriamo la Colonna dei Libri, opera dell’artista Matej Kren che ha avuto la brillante idea di riutilizzare  i libri rovinati e destinati ad essere distrutti per creare questa bellissima opera!

La Piazza della Città Vecchia by night

La Piazza della Città Vecchia by night

Se non siete troppo stanchi, ritornate la sera in Piazza della Città Vecchia,e godrete anche qui di un particolare e scenografico gioco di luci,con i l solo  intento di valorizzare e enfatizzare i palazzi storici che qui vi si affacciano, una su tutte sempre la nostra cara e vecchia Chiesa di Santa Maria del Tyn che  la fa da padrone….. Una curiosità su questa chiesa.. lo sapete che l’ entrata non è sul davanti come nelle maggior parti delle altre chiese , ma si trova nascosta  sotto ai portici, dentro ad un portone che non è facilissimo individuare come entrata ?

La nostra passeggiata praghese continua per il secondo giorno, dove  inizieremo prendendo il tram n. 22 che porta direttamente al Borgo del Castello, evitando così di fare a piedi faticosamente la famosa via Nerudova ,che è  una stretta e pittoresca strada che in salita porta al castello,  e che prende il nome dal giornalista Jan Neruda che qui visse e scrisse molte novelle ambientate in questa zona di Praga.

Con il tram si scende a Pohořelec e seguendo i binari del tram in salita si arriva al Monastero di Strahov;  da questo momento in poi è tutto un susseguirsi di , scorci bellissimi e molto romantici che  infatti non a caso sono stati  scelti  come location per film importanti anche internazionali… Praga infatti ha la particolarità di avere ancora il suo centro storico perfettamente autentico e il meglio conservato d’ Europa,(non ha subito molti danni durante il bombardamento della Seconda Guerra Mondiale). Vi stupirete come tanti angoli o edifici siano teatri di film importantissimi e per questo vi suggerisco di guardare la sezione omonima sul sito di Alberto!La visita al Monastero di Strahov  permette di vedere la famosa biblioteca con la  Sala Teologica e la Sala  Filosofica, che ha più di 800 anni e è a tutti gli effetti una delle più belle della Boemia.Per la sezione cinema, qui è stato girato il film statunitense “Un Principe tutto mio” e la  corte di Danimarca è nella Sala Teologica ! Si possono fare fotografie, solo pagando un ticket in più oltre il prezzo d’ ingresso.

La Sala Teologica del Monastero di Strahov

La Sala Teologica del Monastero di Strahov

Continuiamo la nostra passeggiata ammirando lo scenografico Palazzo Cernin ( Il discorso dopo l’incoronazione del principe sempre nel film “Un principe tutto mio”  è dal Palazzo Cernin.) ,davanti al Santuario del  Loreto, dove  all’ interno al centro del complesso vi è una copia della supposta casa della Vergine Maria, racchiusa da un chiostro; fino ad arrivare alla famosa strada storica Novy Svet (Nuovo Mondo) che porta al Castello. Questa particolare via è un angolo a sè stante del Borgo del Castello, è forse fra le strade più romantiche di tutta Praga, è una deliziosa stradina fiancheggiata da casette del XVII secolo, molto basse e irregolari e  perfettamente conservate.Preparate le macchine fotografiche!

Poi entriamo al Castello, e se avete fortuna potete assistere a mezzogiorno al cambio della guardia, molto pittoresco! Facciamo un giro solo all’ esterno, (se volete  info sul castello cliccate qui), per i cortili del Castello per poi scendere a Mala Strana( il Piccolo Quartiere) dalla bellissima scalinata, da cui potrete fare delle bellissime foto del Ponte Carlo  e della città sottostante.

Il Muro di John Lennon

Il Muro di John Lennon

La visita può proseguire girando per il Piccolo Quartiere, ammirando la Chiesa di San Nicola di Mala Strana, una delle più belle chiese barocche della Boemia( entrata a pagamento) e  la chiesa di Santa Maria Vittoriosa, (entrata gratuita)famosa perche’ da ogni parte del mondo i fedeli vengono a adorare la statua del Bambin Gesu’ di Praga, la miracolosa statua di cera che si dica protegga le donne in dolce attesa.. Facciamo un giro anche davanti al muro di John Lennon, che negli anni dell’ occupazione divenne una sorta di stendardo di libertà giovanile e arriviamo all’ Isola di Kampa….

Il Castello al tramonto visto dal Ponte Carlo

Il Castello al tramonto visto dal Ponte Carlo

Da qui si ha uno degli angoli forse più belli di Praga, davanti alla Moldava, e al Ponte Carlo in tutta la sua magnifica imponenza.Anche in questo caso siamo stati fortunati e abbiamo potuto passeggiare su uno dei più bei ponti del mondo sull’ ora del tramonto, mentre il cielo si tingeva  di rosa e le acque placide della Moldava scorrevano lente sotto di noi.

Passeggiamo poi lentamente  di ritorno verso il nostro albergo..

Spero che questo piccolo itinerario vi possa essere utile per conoscere meglio Praga, e non dimenticate di seguirci ancora, nei prossimi post, vi parleremo dei caffè storici di Praga e le migliori birrerie dove bere l’ autentica birra praghese!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

 

(Visualizzato 1.959 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar