Riccione e dintorni cosa visitare anche nella stagione invernale

Ognuno di noi ha un luogo del cuore che custodisce i propri ricordi felici, e per me questo luogo è la Riviera Romagnola,più precisamente Riccione dove ho trascorso  le tante estati adolescenziali insieme ai miei genitori e ai miei amici che ogni anno ritrovavo lì! Ricordo ancora il famoso “struscio” serale dopo cena che facevamo lungo il Viale Ceccarini ….. le gite all’Acquafan il parco acquatico più famoso e divertente di tutta la Riviera Adriatica, e poi  quando eravamo più grandi le puntate alle  discoteche in collina (Cocoricò, Peter Pan, Villa delle Rose)!

Entroterra romagnolo

Entroterra romagnolo

Ma cosa ci è sempre piaciuto di Riccione e della Riviera Romagnola per tornarci ogni anno? Soprattutto l’ ospitalità ( di cui i romagnoli sono dei veri  maestri!), il buon cibo e il fatto che sia una località da vivere sia d’estate che d’inverno, infatti qui  esistono tantissimi hotel  e residence a Riccione aperti tutto l’ anno.

Ad aprile  si iniziano le attività febbrili d’accoglienza in occasione dei ponti primaverili e della Pasqua,  d’estate si aprono gli stabilimenti balneari, le discoteche più in e tutti i vari parchi divertimento, e infine durante la bassa stagione Riccione può essere la perfetta base d’appoggio per visitare i vicini borghi medioevali della Valconca. A Natale, viale Ceccarini si trasforma nel Villaggio di Babbo Natale meta ideale per grandi e piccini e si festeggia Capodanno in piazzale Roma con concerto e fuochi d’artificio.

Proprio ora che si entra nella fase autunnale può essere un ottimo spunto per visitare il favoloso entroterra di Riccione, che è un vero susseguirsi di colline, vigneti, castelli e piccoli borghi da cui si vede il mare, tutti relativamente vicini, (circa 20 km di distanza) e ognuno con una sua storia o leggenda ,famosi sia per la loro bellezza  che per le sagre tradizionali che qui vi si svolgono!

Qualche esempio?

Gradara è l’antico borgo medioevale sormontato dal famoso Castello che fu teatro dell’amore tragico di Paolo e Francesca, i due sfortunati amanti uccisi dal marito geloso di lei, e per questo condannati in eterno nell’Inferno dantesco della Divina Commedia.

Il Castello di Gradara

Il Castello di Gradara

Sempre rimanendo in tema di Castelli ce ne sono moltissimi in questa zona, alcuni dei quali  con storie e leggende curiose e misteriose, ne è un esempio perfetto  il Castello  di  Montebello chiamato anche Castello di Azzurrina , dal nome della piccola bimba albina figlia del conte, dai capelli bianchissimi  e tendenti quasi all’azzurro, misteriosamente scomparsa una notte del 1375 e mai più ritrovata… Si dice che ancora si senta le sue urla echeggiare nelle ali del castello e alcuni testimoni ne abbiano avvertito anche la presenza. Questo castello è divenuto famoso anche perché stato più volte studiato dagli esperti dell’ Occulto.

Forte San Leo

E’ il borgo anche noto come Rocca di San Leo, fu edificato nel VI secolo, sotto  la signoria dei Malatesta e poi conquistato dai rivali del Montefeltro nel 1441. E’ passato alla storia perché nelle sue segrete venne imprigionato e morì il famoso Conte di Cagliostro. Un ‘imbroglione e un furfante che però ebbe fortuna nel diciottesimo secolo , perchè considerato un mago e un alchimista molto famoso ,millantava di trasformare in oro qualunque cosa toccasse e era ospitato nelle più famosi corte reali europee( Per esempio anche alla corte di Francia di Maria Antonietta).

La Rocca di San Leo

La Rocca di San Leo

San Marino come non visitare l’ antica repubblica , uno degli stati  indipendenti fra i più piccoli d’Europa? Potrete fare una capatina all’Estero, e visitarne il piccolo borgo medievale ottimamente conservato, che è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco

San Marino

San Marino

 

Oppure potrete visitare  Montefiore Conca considerato  bandiera arancione del Touring Club Italiano, nel cuore della Valconca,  e il  suo castello con il  ricco patrimonio al suo interno ,retaggio  della vita alla corte dei Malatesta.

Mondaino: piccolo borgo medievale famoso per il Palio del Daino, rievocazione storica in costume che si svolge all’inizio di agosto. Anche qui un altro piccolo castello malatestiano che adesso ospita al primo piano un Museo Paleontologico

Montescudo: è stato per secoli conteso tra Montefeltro e Malatesta, grazie alla sua splendida posizione geografica e offre una splendida vista panoramica sulla campagna circostante fino al mare.

Castello di Azzurrina

Castello di Azzurrina

Sant’ Arcangelo di Romagna, un paese veramente carino, con un centro storico degno di nota. Famoso per aver dato i natali all’ artista Tonino Guerra, lo è soprattutto per la sua superba cucina! Qui troverete le tipiche Osterie dove gustare i veri piatti della cucina tradizionale romagnola, dalla piadina fatta in casa, ai salumi e i formaggi di prima scelta. Si può visitare anche la famosa Rocca Malatestiana una piccola fortezza con residenza, che ancora oggi appartiene alla nobile famiglia Colonna. È la struttura che più di tutte ha conservato le caratteristiche architettoniche e d’atmosfera del tardo Medioevo.

Che dite vi ho convinto a visitare la Romagna e Riccione non solo d’estate , ma anche d’inverno? Vedrete la adorerete come l’adoro io!

Alla prossima

Articolo scritto in collaborazione con Hotel Riccione Travel il Portale turistico di Riccione

Elisa

www.girandolina.it

 

(Visualizzato 251 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar