Visita al complesso del Castello di Praga e il Vicolo d’Oro

Come avevamo deciso il giorno prima, andiamo tutti insieme al Castello di Praga

La storia di Praga e’ strettamente legata alla storia del suo Castello, fondato nel IX secolo, dal Principe Bonvoj, ne fu presto il centro del regno.

Situato in posizione dominante, alto sulla Moldava, nonostante gli incendi e le invasioni degli anni, il Castello ha comunque mantenuto intatto il suo interno, costituito da chiese, cappelle, torri, rappresentative di tutti i periodi storici attraversati.

Il Castello di Praga

Il Castello di Praga

Il percorso di visita permesso dal biglietto cumulativo, inizia dall’ entrata dal Primo Cortile, con l’ entrata principale del Castello presieduta sempre da dei soldati,  si prosegue per il Secondo Cortile, e poi ci si trova davanti all’ imponente Cattedrale di San Vito, sicuramente il monumento piu’ significativo di Praga.

All’interno e’ sepolto San Venceslao e sono conservati anche i gioielli della Corona, essendo l’ entrata gratuita( compresa nel biglietto cumulativo) , la coda per entrare e’ pazzesca, quindi preparativi a una lunga attesa!!!

Proseguiamo per il Palazzo Reale, che divenne la sede dei Principi di Boemia;questo edificio consiste in tre diversi strati architettonici, costruiti in tre diverse epoche storiche, si inizia con i sotterranei, costruiti in epoca romanica,il piano terreno nell’ epoca subito successiva, per culminare nel piano superiore con la costruzione della Sala Vladislao, edificata per l’ omonimo imperatore, che divenne fulcro dell’ intero palazzo e della corte reale.

Durante il regno degli Asburgo, il palazzo reale vi ospito’ molti uffici amministrativi, fra cui anche il parlamento, la Dieta Boema.

La nostra visita al Castello culmina con il Vicolo D’Oro, chiamato appunto cosi’ perche’ qui in queste colorate e pittoresche casine vi abitavano degli orafi.

Girandolini nel Vicolo D'oro

Girandolini nel Vicolo D’oro

Si racconta che qui si studiava anche il metodo per tramutare il piombo in oro!!!

Queste casine disabitate dal 1950, sono state ora ristrutturate , e adibite a piccoli negozi di artigianato locale.Qui ha abitato anche il famoso scrittore Franz Kafka al numero civico 22.

Finiamo il nostro giro con la Torre Dalibor, chiamata cosi’ dal nome dell’ unico prigioniero che qui vi ha soggiornato, condannato per aver dato asilo ad alcuni servi fuorilegge.La leggenda vuole che questo prigioniero durante la prigionia avesse imparato a suonare il violino, che suonava poi tutti i giorni, e la gente lo venisse a sentire suonare portandogli talvolta da mangiare, in quanto condannato a morire di fame per la sua colpa.La sua vicenda ha dato spunto a Betrich Smetana per la sua opera Dalibor.

Finito il nostro giro al castello, decidiamo tutti assieme di andare a pranzo in un ristorantino del Piccolo Quartiere, e poi di andare a visitare Il Clementinum, la bellissima chiesa situata all’ inizio del Ponte Carlo sulla via Carlova, ora sede della Biblioteca Nazionale.

Nel tentativo di restaurare il cattolicesimo in Boemia,FerdinandoI invito’ i gesuiti a Praga, che qui si stabilirono nella piccola chiesa di San Clemente( da qui Clementinum),ma ben presto questo collegio divenne rivale del Carolinum, l’ Universita’ di Praga, rivalita’ che fini’ solo quando i due collegi furono fusi in uno stesso ordine, e divenne quindi sede della biblioteca dell’ universita’.

Ad oggi oltre alla bellissima Biblioteca Nazionale, e’ possibile visitare la Sala degli Specchi dove vengono fatti dei concerti, e la bellissima terrazza panoramica che svetta sui tetti della citta’.

Decidiamo di approfittare ancora del poco sole rimasto, e ritorniamo verso il Ponte Carlo per fare un piccola crociera sulla Moldava, per vedere il fiume da un’ altra prospettiva.

Crociera sulla Moldava, veduta del Ponte Carlo

Crociera sulla Moldava, veduta del Ponte Carlo

Crociera discreta, niente di che, alla fine il giro che fanno fare e’ molto modesto, e non molto lungo, ma comunque piacevole stare un po’ a sedere a riposare i piedi stanchi al calduccio!!!!!

Ritorniamo in hotel, per prepararci per il Capodanno, e ci imbacucchiamo bene bene, perche’ il freddo e’ veramente pungente.

Ceniamo sempre in Piazza Vecchia al nostro ormai solito baracchino, mangiando il Prosciutto Di Praga, una vera prelibatezza , e iniziamo a camminare su e giu’ per il centro aspettando la mezzanotte.

I turisti pero’ sono notevolmente aumentati in queste ultime ore, e ci si ritrova letteralmente strizzati dalla folla, punto di incontro con il resto del gruppo era Piazza Venceslao, ma quando arriviamo li, abbiamo un ‘ amara sorpresa, per via dei festeggiamenti , la piazza e’ stata transennata con dei posti di blocco, e una volta superati i controlli non si puo’ uscire.

Riusciamo fra mille peripizie a raggiungere la stazione della metropolitana sede dell’ incontro, ma l’ atmosfera man mano che la mezzanotte si avvicinava, si era notevolmente esaltata, con ragazzi che lanciavano petardi a altezza uomo, rischiando di bruciare le persone, ( a me sono arrivate faville di fuoco sullo zaino),e i fuochi d’ artificio ogni tanto scoppiavano in mezzo alla strada.(sembrava essere in guerra); cosi’ terrorizzati, decidiamo tutti assieme di tornare al nostro hotel, sperando di farcela a festeggiare il capodanno sulla terrazza panoramica dell’ albergo.

Capodanno!!!

Capodanno!!!

Come una corsa contro il tempo, saliamo sulla prima metro, controllando l’ orologio ogni 5 secondi e letteralmente di corsa alle 23:56 ci ritroviamo sulla terrazza, precisi in tempo per lo scoccare dell’ ora!!!Buon Anno!!!Ci godiamo tutto lo spettacolo dei fuochi d’ artificio comodamente seduti, in relax passando di mano in mano le bottigliette di spumante, brindando e baciando chiunque, in una bellissima atmosfera di fratellanza e serenita’.

Il giorno dopo, sveglia di buon mattino nonostante i bagordi della sera precedente, perche’ oggi dobbiamo riprendere il lungo viaggio verso casa, e inizia piano piano a nevicare, come se la citta’ di Praga ci volesse salutare.Riprendiamo i nostri bagagli e via sul bus, dove a differenza del viaggio di andata, siamo tutti amici, e con battute e risate, il tempo trascorrera’ decisamente piu’ veloce e meglio!!!!

Che dire di piu’,, Praga e’ una citta’ affascinante, e soprattutto con la notte, l’ allure di mistero la contraddistingue dalle altre citta’ visitate finora, e’ una citta’ magica, esoterica dicono altri, ma che sicuramente a me ha lasciato una bella sensazione!!!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 511 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.<br><h6> I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.</h6>

avatar