Bruges: una giornata a spasso per la città

Visita giornaliera a Bruges 

L’ incantevole cittadina di Bruges, è facilmente raggiungibile da Bruxelles; ogni ora partono i treni  dalla Gare du Midi e dalla Gare du Nord ,che collegano la capitale con Bruges. I biglietti si  possono essere acquistare anche  online sul sito delle ferrovie belghe oltre che ovviamente  in stazione. Se come noi, viaggiate nel week end, potrete ottenere la tariffa Weekend Ticket, e si risparmia il 50 %.

La tariffa weekend ticket  è valida dalle ore 19 del venerdì fino alla sera della domenica. Il prezzo del biglietto è di € 14,40, € 28,80 per l’andata e ritorno. Acquistato con la tariffa weekend il biglietto andata  e ritorno costa solo € 14,40!

Noi siamo partiti la domenica mattina dalla Stazione Gare du Midi, e i treni diretti per Bruges, partono ogni ora , ad ogni :04’ e :51’.Mi raccomando fate attenzione alla classe del biglietto, se avete la seconda classe, e vi capita di ritrovarvi in prima classe, anche solo per sbaglio, i controllori sono molto fiscali.. Vi faranno una multa salatissima e non sentono giustificazioni!!

Bruges - Il Minnewaterpark

Bruges – Il Minnewaterpark

Appena  arrivati alla Stazione di Bruges, attraversate la strada, e girate subito a destra,  costeggerete un piccolo canale, che poi culmina nel laghetto degli innamorati, chiamato, Minnewaterpark, dove placidi cigni bianchi, nuotano nelle acque azzurre.

Continuando per la strada, vi troverete sulla vostra sinistra il complesso  di Begijnhof, sede della splendida e remota comunità di beghine; queste comunità furono fondate nel XIII secolo, per proteggere donne sole, o vedove di crociati. Era un luogo di devozione, ma non era però un convento, le beghine infatti erano libere di lasciarlo per sposarsi. Al momento il Begijnhof, si presenta con un enorme parco alberato che circonda tante piccole casine bianche, tutte uguali!

Bruges - Il Begijnhof

Bruges – Il Begijnhof

Iniziamo a passeggiare in questa bellissima cittadina, che da quanto è bella e curata sembra quasi finta…

Nel medioevo Bruges era una delle città più prospere d’ Europa, la sua ricchezza  derivava dal commercio di sete, pellicce, tappeti orientali grazie al commercio sulla sua  rete di canali e dalla manifattura del pizzo, ( grazie alle beghine), con cui riforniva tutta Europa  ecc.

Ma nel ‘500 cominciò il declino di Bruges, che vivacchiò per 4 secoli, un po’ dimenticata .Alla fine dell’ Ottocento, i cultori dell ‘antico ne riconobbero il notevole valore storico, e avviarono la battaglia per la tutela e il suo restauro.

Da allora la città è diventata una popolare meta turistica!

Camminare fra le sue stradine e le sue viuzze strette, ammirando le casette, tutte piccole, e colorate, è notevolmente rilassante, e complice la bellissima giornata, rendeva il tutto ancora più magico.

Bruges - La Madonna con il Bambino di Michelangelo

Bruges – La Madonna con il Bambino di Michelangelo

Impossibile non notare l’ imponente guglia della Chiesa di Nostra Signora, (Onze-Lieve-Vrouwekerk), uno dei monumenti più distintivi di Bruges.Al suo interno si trova una delle gemme più straordinarie dell ‘arte europee: la Madonna con il Bambino di Michelangelo, una statua di marmo di Carrara, unica opera dell’ artista, che ha lasciato l’ Italia, quando Michelangelo era ancora in vita. La visita della Madonna è a pagamento a 3 euro .

Non si può venire a Bruges, senza fare una piccola crociera  nei suoi deliziosi canali… ma purtroppo dopo tante ricerche sul web, avevo capito che in inverno non venivano fatte; Non disperate!!!Se ci sono le condizioni atmosferiche ottimali, ( quindi bel tempo, e canali non ghiacciati),è possibile fare queste piccole crociere della durata di circa 40 minuti a un costo di 8 euro a testa. Inutile dire, quanto ciò sia bello!!!!

Bruges - Il Markt

Bruges – Il Markt

Il Markt , la piazza principale di Bruges, è riuscita nel tempo ha mantenere le sue forme originali e tuttora è il fulcro della città, ma secondo me, molto più bella e sicuramente scenografica è la piazza  accanto, il Burg, con tutti i palazzi storici coloratissimi e  con ancora le dorature e le sculture; il magnifico Belfort è il campanile che sovrasta il Burg, e da dove si ha una bellissima visuale d’ insieme di tutta Bruges, dopo aver fatto i 366 scalini per arrivare alla sua cima.

Considerate un oretta di fila per potervi accedere, è infatti  una delle attrazioni più famose della città , e viene letteralmente presa d’ assalto nelle belle giornate di sole. L’entrata costa 8 euro a persona.

I mulini a vento di Bruges

I mulini a vento di Bruges

Se vi piace camminare, potete inoltrarvi  nella zona orientale della città, ( circa 20 minuti a piedi dal Markt), per vedere i due mulini a vento per il grano ancora esistenti ( il Sint-Janshuismolen e il Koelewemolen),oggi visitabili a determinate ore : 09:30/12:30- 13:30/17:00 da Maggio a Agosto ( a pagamento).

Non perdetevi il tramonto nella piazza del Burg, al calar della sera, tutti i palazzi vengono accesi di mille colori, e il Belfort risplende di una luce dorata……

Ricordatevi che il treno per tornare a Bruxelles (Gare du Midi) parte sempre ogni ora alle  :08 e alle :57, l’ ultimo treno parte alle ore 21:57. La direzione è Genk-Eupen.

Bruges - Il Belfort al tramonto

Bruges – Il Belfort al tramonto

Che dirvi… se avrete l’ opportunità di andare Bruxelles, non perdetevi una gita in questa bellissima città delle Fiandre!!!!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 560 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar