Come trovare le copie low cost dei monumenti più famosi nel mondo

Quante volte nella vostra vita avete pensato di andare a San Francisco o a Tokyo, ma  vi siete lasciati scoraggiare dal costo del volo o dalla lunghezza del viaggio?

E se vi dicessi che esistono delle valide alternative , ovvero luoghi del pianeta che in qualche modo si assomigliano sia  per conformazione naturale, per architettura o atmosfera e sono in grado di farci vivere emozioni simili alle alternative più costose con un budget decisamente più basso?

Non ci credete? Venite con noi a conoscere i luoghi o monumenti molto famosi e la loro controparte low cost in Europa, e in alcuni casi addirittura in Italia!

Pronti?

  1. Pink Lake (Australia) – Chott el Djerid (Tunisia)

Il Pink Lake è un lago salato che si trova a pochi chilometri dal mare nell’Australia Occidentale,  esattamente nella piccola isola di Rottnest Island, ed è diventato famoso grazie alla colorazione rosa che assume in alcuni periodi dell’anno. Questo perché quando il livello di salinità del lago supera quella del mare, allora viene favorita la proliferazione di una particolare alga, che assume la colorazione rosa. Praticamente tale alga produce il beta -carotene, lo stesso che produciamo anche noi quando ci abbronziamo, in pratica le alge si abbronzano!!

Pink Lake - Australia

Pink Lake – Australia

Noi l’abbiamo visto dal vivo durante il nostro viaggio di nozze in Australia e non posso che confermarvi che è uno spettacolo naturale magnifico!

Ma se anche voi volete assistere a questo fenomeno e andare in Australia per ora è fuori questione, allora vi suggerisco di visitare il Chott el Djerid  un’immenso e suggestivo lago salato che si estende per ben 5000 chilometri quadrati al centro della Tunisia.

Anche qui il paesaggio è surreale e nello stesso tempo desolante, e vi si arriva tramite una pista rialzata che arriva fino a Tozeur e da dove avrete una completa visuale del lago! Il sale delle volte si accumula e forma delle grandi dune ai lati della strada tanto che sembrerà di essere in mezzo alla neve! Pensate che qui hanno girato alcune scene di Guerre Stellari!

 

  1. Lago Tekapo (Nuova Zelanda) – Lago di Braies (Italia)

Rimaniamo sempre dall’altra parte del mondo, in Nuova Zelanda con il Lago Tekapo considerato uno dei luoghi più romantici al mondo.

L’incredibile colore turchese delle sue acque è dato dal ghiacciaio che giace sul fondo e il riflesso del Monte Cook incornicia un paesaggio da cartolina.

Grazie al suo paesaggio incontaminato, è perfetto la sera per poter ammirare le stelle e la Via Lattea!

Un lago con un paesaggio del genere è  anche in Italia e precisamente nel Trentino! Sto parlando del Lago di Braies la cui bellezza l’ha reso uno dei più visitati e instagrammati d’Italia, ( oltre ad essere la location della fiction Tv “Un passo dal cielo”)

skyscanner-lake-braies-italy-pixabay.

skyscanner-lake-braies-italy-pixabay.

Questo lago alpino dell’Alta Pusteria è davvero un piccolo paradiso, sulle sue acque verde-azzurro si stagliano bellissime cime dolomitiche e il panorama è perfetto per rilassarsi circondati dalla natura incontaminata.

E’ ideale sia d’estate quando si possono solcare le sue acque con una piccola barca a noleggio, sia d’inverno quando è tutto ricoperto di ghiaccio e neve!

Direi decisamente più low cost della Nuova Zelanda che dite?

 

  1. Golden Gate Bridge (San Francisco) – Ponte 25 de Abril (Lisbona)

Il Golden Gate è uno dei monumenti più famosi della California, ed è il simbolo della città di San Francisco. Questo lungo ponte sospeso, che fa da spartiacque tra la baia di San Francisco e l’Oceano Pacifico, è stato ultimato nel 1937 e per molto tempo ha tenuto il primato come ponte sospeso più lungo del mondo (2,7 km).

E’ uno dei  capolavori dell’ingegneria moderna, sia per il progetto strutturale che per la sua estetica, e il colore che lo contraddistingue (arancione)è stato scelto per renderlo più visibile nella nebbia e alle navi in ingresso nella baia. Per apprezzarlo al meglio percorretelo a piedi o in bicicletta!

skyscanner-lisbon-portugal-pixabay

skyscanner-lisbon-portugal-pixabay

Anche Lisbona in Portogallo dal 1966 ha un ponte simile, ovvero  il Ponte 25 de Abril, che collega l’area metropolitana di Lisbona con Almada.

Il ponte è stato commissionato da Salazar alla American Bridge Company, proprio  la stessa compagnia che costruì il Golden Gate, per  farne uno simile e il suo nome vuole ricordare la famosa Rivoluzione dei Garofani avvenuta il 25 aprile 1974.

Sulla sponda sud non potrete non notare un’altra “copia d’autore”, il Santuário Nacional de Cristo Rei, ispirata alla statua del Cristo Redentore che si trova a Rio de Janeiro.

Quindi non importa andare in America per vedere  questo ponte, ne abbiamo anche uno simile in Europa!!

 

  1. Tokyo Tower (Tokio) – Tour Eiffel (Parigi)

La Tokyo Tower è uno dei simboli della capitale giapponese e svetta con i suoi 333 metri nel quartiere di Shiba-kōen di Minato, nella zona sud di Tokyo.

Questa torre per comunicazioni e panoramica fu progettata negli anni Cinquanta, con l’intento di simboleggiare l’ascesa del Giappone come nuova potenza dell’economia globale, ed è volutamente ispirata alla Tour Eiffel di Parigi. Dalle sue piattaforme a 150 e 250 metri di altezza si gode un bellissimo panorama e se la vedete illuminata di rosa, simboleggia la luna piena!

Tour Eiffel in notturna

Tour Eiffel in notturna

Non bisogna dire altro sulla  Tour Eiffel di Parigi , è  il monumento più fotografato e romantico di Parigi, e rappresenta l’essenza stessa della città.

Questa torre, che porta il nome del suo architetto, Gustave Eiffel, fu costruita in occasione dell’Esposizione Universale del 1889 che celebrava il primo centenario della rivoluzione francese ed è stata inizialmente molto contestata dai parigini, che la volevano addirittura demolire! Menomale ciò non è avvenuto, e ogni anno più di 7 milioni di visitatori accorrono per visitarla e ammirare il panorama da uno dei  suoi 3 livelli e cenare in uno dei suoi due ristoranti!

 

  1. Jodhpur (India) – Chefchaouen (Marocco)

Jodhpur, ovvero la “città blu” è l’imponente palazzo/fortezza dei Mahraja che sovrasta la città e che  offre uno spettacolo magnifico ed è un vero capolavoro dell’architettura del Rajasthan.

Sotto di esso si estende la città vecchia con il suo labirinto di case blu; questo colore (dato dal pigmento di indaco) un tempo identificava le case dei bramini e la tradizione permane ancora oggi.

La  sua versione low cost, si trova in Marocco nella   medina blu pastello della città  Chefchaouen, la più bella del Marocco!

chefchauen

chefchauen

Il suo dedalo di vicoli arroccato sulla montagna è caratterizzato da piccole case dal carattere andaluso, che ricordano la storia della città: il sultano Mohammed III, intorno al 1760, ordinò infatti alle famiglie ebree di trasferirsi nella medina e loro, per far risaltare le loro case rispetto al resto della medina, iniziarono ad aggiungere il color indaco alla calce per dipingerne le mura

È quindi da allora che divenne famosa quella particolare sfumatura di blu che ha reso Chefchaouen una città da fiaba! Spero prima o poi  spero di poterla vedere con i miei occhi!!

 

  1. Art district di Miami – Street Art a Roma

Miami non è solo sinonimo di spiagge, mare e tintarella, ma dagli anni 2000 sta  cercando di imporsi come città d’arte legata soprattutto alla Street Art. Infatti in quegli anni molti edifici dell’ex quartiere portoricano di Wynwood sono stati occupati da artisti e riconvertiti in ristoranti, caffè, lounge e gallerie.

Quest’area ha preso il nome di Art Distric ed è diventata una delle zone più quotate della città, nonchè cuore pulsante di Art Basel Miami (una delle fiere di Arte Contemporanea più importanti). Street artists da tutto il mondo vengono a dipingere su queste mura, ed è un vero e proprio museo a cielo aperto!

skyscanner-rome-pixabay

skyscanner-rome-pixabay

Anche Roma, dal lato suo, sta cercando di uscire dal clichè che la vuole una città antica e vetusta, e ha intrapreso, da diversi anni ormai, un percorso di riconversione creativa.

Alcune zone definite “difficili” e periferiche della città,  come ad esempio Tor Marancia, Ostiense, il Quadraro e diverse altre, sono state oggetto di progetti artistici che hanno coinvolto street artist di fama mondiale e proprio grazie alla street art è stato possibile cambiare completamente il volto di questi quartieri tanto da farli diventare importanti mete turistiche.

Oggi Roma conta più di 300 opere di street art in 150 strade della città e non ha nulla da invidiare alle più blasonate New York, Miami o Berlino. E di certo, rispetto a Miami, è un grande viaggio… low cost!

 

  1. Malecon di L’Avana (Cuba) – Malecon di Cadice (Spagna)

La prima cosa che tutti fanno quando arrivano a l’Havana è passeggiare  sul Malecon,  ovvero il lungomare di 8 chilometri conosciuto anche come Avenida Antonio Maceo. Qui c’è la vera essenza dell’Havana con i suoi palazzi colorati e fatiscenti, i bambini che si tuffano dai frangiflutti, le coppie che si scambiano effusioni amorose guardando il tramonto e le vecchie auto d’epoca che ti trasportano in un attimo agli anni Cinquanta.

È davvero un luogo magico e durante il fine settimana si trasforma in una grande festa dove tutti, grandi e bambini, si riversano per ballare, bere e corteggiare.

Il paseo marítimo di Cadice

Il paseo marítimo di Cadice

Il Malecon de l’Avana ha la sua copia europea a Cadice, in Andalusia, la città più antica d’Europa , altrettanto affascinante, che noi abbiamo visitato durante il nostro tour andaluso. In realtà il paseo marítimo di Cadice è stato costruito negli stessi anni del lungomare de l’Avana e chissà forse può esserci stata anche una  contaminazione fra i due!

Il suggestivo Malecon inizia, da un lato, dal Castillo de San Sebastián, per arrivare, all’estremità opposta, al Castillo de Santa Catalina, una magnifica fortezza tardo-cinquecentesca a pianta stellata, perfettamente conservata. Tra questi  due “castelli” si trova Playa de la Caleta, la spiaggia di sabbia più gettonata dagli abitanti di Cadice e non solo.

Una curiosità: sono state girate qui alcune scene del film 007 la morte può attendere.

Che ne dite, vi abbiamo trovato alternative valide low cost alle mete più famose ma più care e lontane?

Ce ne sono sicuramente altre nel mondo, e se ne siete a conoscenza, vi prego di scrivercelo nei commenti!!

 Ne abbiamo parlato anche all’interno del nostro programma radiofonico Party con Girandolina, cliccate sull’icona per riascoltarne il podcast!

 

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 63 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.<br><h6> I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.</h6>

avatar