Inside Burj Al Arab, la visita all’interno dell’iconica Vela di Dubai

Visita all’ interno del lussuoso hotel di Dubai con Inside Burj al Arab

Quando organizzavo il nostro viaggio a Dubai, mi veniva subito in mente, il famoso Burj al-ʿArab (in arabo  “Torre degli Arabi”)  uno degli alberghi più lussuosi del mondo, annoverato fra i 6 hotel 7 stelle al mondo, e riconoscibile ovunque grazie alla sua  iconica forma a Vela.

Esso è divenuto ormai dal 2000 il simbolo di Dubai, tanto da essere stato inserito nella grafica delle nuove targhe automobilistiche dell’emirato.

 Il Burj Al Arab

Il Burj Al Arab

Dove si trova il Burj Al Arab

Il Burj Al Arab si trova sopra un’isola artificiale, collegata alla terraferma da un ponte al largo della spiaggia Jumeirah, a pochi chilometri a sud dal centro di Dubai.

Come è nato il Burj Al Arab?

E’ nato dall’ambizione dello sceicco Mohammed bin Rashid Āl Maktūm Mohammed, ( si sempre lui!) emiro di Dubai e attuale Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti.

Egli come già sappiamo  è stato il maggiore promotore del rilancio economico di Dubai investendo per primo nel turismo esclusivo, considerandolo la futura risorsa alternativa del Paese allo sfruttamento delle riserve locali di petrolio in via di esaurimento.

 Il Burj Al Arab , la Vela

Il Burj Al Arab , la Vela

Incaricò il lavoro  all’architetto britannico Tom Wright di avere una struttura iconica e riconoscibile, e la forma caratteristica a vela fu suggerita dall’imprenditore italiano Andrea Martinez, proprietario già di altri edifici a Dubai.

L’edificio è stato completato dopo cinque anni nell’autunno del 2000 e inaugurato il 1º dicembre dello stesso anno.

Burj Al Arab struttura

Con i suoi 321 metri di altezza è il 48º grattacielo più alto del mondo e all’epoca ha ottenuto anche il primato di albergo più alto del mondo; attualmente è il terzo più alto di Dubai, dopo il JW Marriott Marquis Dubai e la Rose Tower

L’hotel è gestito dal Jumeirah Group, proprietario del vicino Jumeirah Beach Hotel, delle Emirates Towers e di altri alberghi di Dubai, Londra e New York.

 Il Burj Al Arab , la Vela

Il Burj Al Arab , la Vela

Burj Al Arab interni

L’atrio di ingresso è caratterizzato da una prima zona d’accesso con soffitto ribassato, pareti blu con decorazioni in foglia d’oro e, di fronte all’ingresso, vi è una bellissima  cascata della grande fontana a gradoni in marmo nero che crea continui giochi d’acqua.

Affiancata da  due scale mobili da ambo i lati che conducono alla hall superiore a pianta triangolare di ben 180 metri di altezza, la più alta del mondo, dove si affacciano i primi cinquanta piani che ospitano le camere per gli ospiti.

 Il Burj Al Arab , la hall

Il Burj Al Arab , la hall

L’albergo dispone di 200 camere che hanno un’ampiezza variabile fino ad alcune suites di circa 170 metri quadri ciascuna, tuttavia ogni camera dispone di svariati comfort, domotica e di ampie superfici vetrate affacciate sul mare.

Dei tre ristoranti presenti nell’hotel, l’Al Mahara è quello al primo piano ed è caratterizzato dalla presenza al centro della sala di un grande acquario da 280 metri cubi d’acqua di mare, con circa settecento pesci tropicali al suo interno.

Al  diciottesimo piano si trova la Talise Spa che offre bagni termali, sauna, sale massaggi e una piscina coperta.

Inoltre vi è anche la Diwania Lounge con sale biliardo e biblioteca, un’ampia palestra attrezzata e un’area dedicata ai bambini.

 Il Burj Al Arab , la hall

Il Burj Al Arab , la hall

Al venticinquesimo piano vi sono le due suites più prestigiose denominate Royal Suite che, con i loro 780 metri quadri ciascuna su due piani, hanno una tariffa da 28.000 dollari a notte e del personale di servizio a propria completa disposizione; infatti  sono considerate le suites più costose al mondo

Al ventisettesimo piano  c’ è lo Skyview Bar, che regala una fantastica vista.

All’ultimo piano, sospeso a quasi duecento metri d’altezza, c’è il ristorante Al Muntaha, da cui si può godere una grande vista a picco sul Golfo Persico.

Come visitare il Burj Al Arab

La sicurezza del Burj Al Arab è garantita tramite accesso da un ponte privato.

 Questo significa che se non si è ospiti dell’hotel non è possibile visitare la struttura, a meno che non si prenoti un servizio.

Quindi se si vuole visitare l’ interno dell’ hotel ,la soluzione più classica è prenotare un pranzo, una cena o un semplice tè pomeridiano .

Purtroppo i prezzi non sono proprio abbordabili ( un minimo di 100 euro a persona per un semplice the)

 Il Burj Al Arab , le Royal Suites

Il Burj Al Arab , le Royal Suites

Burj Al Arab bambini

Inoltre come ho avuto modo di constatare consultando il sito ufficiale dell’ hotel, l’ ingresso ai bambini è vietato in ogni ristorante della struttura, ( ingresso minimo 16 anni).

Quindi per noi era impensabile in qualsiasi modo poter visitare il Burj Al Arab

Inside Burj Al Arab

Quando ormai amareggiata stavo per gettare la spugna e rinunciare all’ idea di poter vedere la Vela, ecco che instagram mi viene in soccorso e mi avvisa di una recente opportunità, nata nel febbraio 2022…

E’ nato Inside Burj Al Arab un tour organizzato che permette di poter accedere all’interno del Burj Al Arab, accompagnati da una guida.

Il tour dura circa 90 minuti, al costo di circa 60 euro a persona ( bambini sotto gli 11 anni non pagano)

Si può entrare anche con un passeggino!

 Il Burj Al Arab , la hall

Il Burj Al Arab , la hall

Si possono comprare i biglietti sia di persona che online a questo indirizzo e bisogna presentarsi al desk del vicino Jumeirah Beach  Hotel per avere un cartello di riconoscimento da portare al collo.

Successivamente si viene caricati su delle piccole macchine elettriche e accompagnati sull’ isola artificiale; un piccolo foto stop all’ iconica Vela e poi dentro finalmente al Burj Al Arab.

Il tour inizia nella hall e poi si vien accompagnati all’ interno delle favolose Royal Suites dove si possono fare delle meravigliose foto ricordo.

Si continua poi con un piccolo rinfresco servito in una delle sale panoramiche con vista su tutta Dubai, per concludersi nel giardino interno, dove è possibile sostare e prendere un aperitivo ( a pagamento).

Quando si vuole si può tornare indietro  con la macchina elettrica al punto di partenza.

 Il Burj Al Arab , il bagno della Royal Suite

Il Burj Al Arab , il bagno della Royal Suite

Non vi posso dire la mia emozione nell’essere finalmente dentro al posto che ho sognato per una vita, poter toccare con mano i bagni completamente ricoperti d’oro, sedersi sul letto a baldacchino girevole, oppure godere della vista di Dubai, da una prospettiva unica al mondo!

Se andate a Dubai non perdetevi questa occasione, potrebbe essere irripetibile!

Se volete venire con noi  all’ interno del Burj Al Arab basta che cliccate PLAY

Per iscrivervi al nostro canale youtube cliccate qui

Alla prossima

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Elisa

(Visualizzato 70 volte, 1 oggi)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x