Viaggiare con un neonato in aereo, tutti i consigli e le info utili

Una delle maggiori preoccupazioni per ogni neo genitore di un bambino piccolo, in procinto del primo volo aereo, è sempre la stessa……

E se il mio bambino piangerà per tutto il volo disturbando tutti gli altri passeggeri? Che faccio?

Non vi preoccupate…. Questo timore è molto comune a tutti noi genitori!

Anche noi eravamo piuttosto in ansia il giorno prima della partenza con l’aereo……

Ma vi possiamo assicurare , (basandosi anche sulla nostra personale esperienza), che i bambini piccoli hanno uno spirito di adattamento migliore rispetto al nostro, forse per la loro immaturità e incoscienza si adeguano perfettamente in ogni circostanza o situazione!

Certamente  con  un po’ di buon senso, un pizzico di fortuna , e alcuni regole comportamentali da seguire, avrete un volo aereo bellissimo!

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

PRIMA DI PARTIRE:

Innanzitutto i neonati da 0 ai 2 anni non compiuti si classificano INFANT in gergo turistico, e possono ovviamente salire in aereo, ma con delle limitazioni, infatti non possono occupare un normale sedile ma devono essere tenuti in braccio, perché i sedili tradizionali non offrono le condizioni minime di sicurezza per bimbi di quell’età.

Durante la fase di decollo e atterraggio, verranno fornite gratuitamente delle apposite cinture di sicurezza che andranno fissate a quelle dell’adulto che lo avrà in braccio.

I bambini da 0 a 2 anni pagano 20€ nel caso di voli nazionali e il 10% della tariffa adulti per quelli internazionali.

Di solito è consentito il trasporto gratuito del passeggino che può essere , imbarcato con gli altri bagagli (per alcune compagnie è obbligatorio e viene restituito subito dopo l’atterraggio) oppure portato a bordo dell’aereo ma solo se ha una chiusura ad ombrello, senza seduta staccabile (niente carrozzine per capirci)

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

In più  è consentito portare gratuitamente  uno dei  seguenti articoli fra  seggiolino per auto, seggiolino rialzato o lettino da viaggio che devono  essere registrati per il viaggio al banco del check-in

Molti genitori preferiscono portare il proprio seggiolino auto  a bordo e usarlo come sedile; mi raccomando , si controlli che  sia approvato per l’utilizzo in aereo e  che disponga di un’imbracatura con attacco a 5 punti.

Se si  usa il seggiolino auto per un bambino di eta’ inferiore a 2 anni,  sara’ necessario acquistare un posto separato per il bambino.

Il bagaglio a mano del piccolo  può avere un peso massimo di 5 kg, e delle dimensioni tali da poter stare sotto il sedile, ( consultare le misure della compagnia aerea scelta) e vi  si può portare tutto l’ occorrente per il bimbo ( pannolini, creme, salviette, giocattoli e cambi)  e anche  il necessario per far mangiare il piccolo senza rispettare la regola valida per gli adulti secondo cui non si può superare il litro per i liquidi.

Sono, dunque, ammessi omogeneizzati, latte in polvere, merende, succhi, camomilla, tutti riposti in sacchetti trasparenti.

Nella peggiore delle ipotesi, verrà chiesto all’adulto di assaggiarne il contenuto per dimostrare che si tratta di reale cibo per bambini.

A bordo è possibile scaldare biberon o le pappe preparate in piccole confezioni adatte al calore o omogeneizzati: basta rivolgersi al personale di bordo.

Quali sono i documenti per i neonati in aereo in Italia e all’estero

Per viaggiare con un neonato in Italia non è necessario portare il passaporto, ma è necessario portare la carta di identità del bambino, che è possibile richiedere sin dalla nascita ed ha una validità di 3 anni per i bambini da 0 a 36 mesi, e poi 5 anni per i bimbi fino a 18 anni.

I documenti necessari per viaggiare con i bambini all’estero nei paesi europei ed extra europei sono: passaporto individuale; carta d’identità valida per l’espatrio; un lasciapassare, valido fino a 15 anni, composto da certificato contestuale di nascita e cittadinanza.

ll passaporto individuale è l’unico documento in grado di permettere il volo verso qualunque destinazione, anche extra europea.

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

Prediligere quei voli aerei che hanno gli  orari vicino o gli stessi della poppata o della pappa del vostro piccolo.

In modo da poter far mangiare il vostro piccolo durante la fasi di decollo e atterraggio che sono comunemente le più “fastidiose”, causa la variazione di altezza e quindi di pressione si può avere  il cosiddetto “ tappamento degli orecchi” , che se avviene nei bambini è molto doloroso e spesso è la causa del loro pianto !

Per evitare appunto che gli orecchi si tappino bisogna deglutire, per questo è consigliabile fare mangiare o bere  il piccolo, oppure offrire il ciuccio.

Scegliete i vostri posti in aereo tutti vicino ( per legge i bambini minorenni hanno  sempre un genitore accanto), ma è sempre meglio essere entrambi i genitori, in modo da potersi “ aiutare” a vicenda durante il volo. Vi ricordo che la vicinanza dei sedili  è a pagamento.

E optate per le prime file dell’aereo; con le nuove norme anti- covid si scende in base alla fila dei sedili, quindi se si è nei primi posti si scenderà prima degli altri passeggeri, e quando si ha un bambino piccolo, ogni minuto è prezioso!

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

IN AEROPORTO:

Arrivare con largo anticipo in modo da fare tutto con calma e senza fretta.

I bambini percepiscono l’ansia e la  fretta dei genitori stressandosi a loro volta, quindi genitori calmi e contenti, avranno bambini calmi e contenti!

Se il vostro piccolo sta ancora nel passeggino, approfittate per fare delle belle passeggiate all’interno dell’aeroporto, il dondolio e la sicurezza del passeggino potranno forse anche conciliare il suo sonno!

Se invece il bambino già cammina, fatelo  esplorare l’ambiente circostante sotto la vostra supervisione, la curiosità del posto nuovo, lo distrarrà e vi consentirà di procedere a tutte le operazioni di imbarco con tranquillità.

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

Viaggiare con un neonato in aereo, il primo volo di Lorenzo

IN AEREO:

Dopo essersi sistemati ai vostri posti ( meglio uno al finestrino) fate giocare il vostro bimbo con i suoi giocattoli, parlategli con tranquillità, fatelo bere/mangiare all’occorrenza e vedrete come si rilasserà anche lui , arrivando forse a dormire per tutto il volo, come è successo al nostro Lorenzo!

Battesimo dell’Aria

Molte compagnie  ma non tutte ,rilasciano una specie di diploma da compilare in occasione del primo volo con i dati del bambino e da far firmare dal capitano, che si chiama Battesimo dell’Aria.

E’ un ricordo molto carino del primo volo del vostro bambino!

Se la compagnia aerea che avete scelto non lo fornisce, non vi preoccupate, basta che lo facciate voi  con i vostri dati e poi lo date a una hostess, che molto gentilmente lo farà firmare a capitano!

Viaggiare con un neonato in aereo, il Battesimo dell' aria di Lorenzo

Viaggiare con un neonato in aereo, il Battesimo dell’ aria di Lorenzo

Spero con questi nostri consigli di esservi stata d’aiuto e come si dice  in questi casi ENJOY YOUR FLIGHT!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 50 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments