Villa Carlotta a Tremezzo,uno dei giardini più belli d’Italia

Tutte le info utili per la visita alla Villa Carlotta e il suo parco

Villa Carlotta è una delle ville nobiliari più belle della Lombardia,comodamente adagiata sulla riva del Lago di Como, in località Tremezzo,ha un immenso parco  di circa 70 ooo mq tra giardini e strutture museali di rara bellezza. Esso ha il suo apogeo  in primavera quando all’ interno della proprietà vengono organizzati un gran numero di eventi legati al periodo di fioritura di azalee e rododendri in oltre 150 varietà.

Villa Carlotta la sua facciata

Villa Carlotta la sua facciata

La Villa fu fatta costruire alla fine del 1600 per il marchese Giorgio Clerici che voleva una splendida dimora, imponente ma sobria, circondata da un giardino all’italiana di fronte al Lago di Como; ma lo splendore si ebbe solo con Gian Battista Sommariva il successivo proprietario, che ne acquisì la proprietà a inizio dell’ Ottocento e  arricchì sia l’interno della casa, che il giardino di opere d’ arte di Canova, Thorvaldsen e Hayez. In seguito a metà del XIX secolo, Villa Carlotta venne donata dalla Principessa Marianna di Nassau alla figlia Carlotta in occasione del suo matrimonio con Giorgio II duca di Saxe-Meiningen; fu quest’ ultimo, appassionato di botanica, che si prodigò per lo sviluppo e l’arricchimento del vasto giardino paesaggistico che ricordo è uno dei parchi botanici più belli d’Italia!

Villa Carlotta è facilmente raggiungibile sia via strada che via battello,( in quanto ha il molo di attracco proprio davanti al cancello); il biglietto di entrata costa 9 euro a testa e comprende sia la visita all’ interno la Villa che il suo parco.

APERTURA dal 4 aprile al 16 ottobre

9.00-18.00

– chiusura museo ore 18.30

– chiusura giardino ore 19.30

 

APERTURA dal 17 al 31 ottobre

1-5-6-12-13 novembre

10.00 – 17.00

– chiusura museo ore 17.30

– chiusura giardino ore 18.00

Villa Carlotta e la sua entrata

Villa Carlotta e la sua entrata

Il parco di Villa Carlotta è caratterizzato da 5 terrazze animate da aiole geometriche, nicchie e fontane, raggiungibili attraverso la seicentesca scalinata;da ogni balconata a seconda della stagione di visita si ha un panorama diverso, come alti siepi di camelie, piante di papiro e le numerose rose che decorano le pareti (alcune delle quali sono vecchissimi esemplari sopravvissuti negli anni!)

Dalla terrazza principale la più alta che poi porta all’ ingresso della Villa stessa si ha la più completa visuale di tutto il giardino all’italiana per esteso e  vi si può ammirare la fontana settecentesca con la statua al centro di Arione di Metimna ,l’imponente balaustra in pietra e il grande cancello in ferro battuto con la centro la lettera C!

A questo punto si può decidere se visitare prima il giardino, oppure l’ interno della Villa, noi visto il tempo meteorologico non proprio bellissimo, abbiamo preferito restare al chiuso e siamo entrati nella Villa!

Villa Carlotta e la statua di Psiche e Amore

Villa Carlotta e la statua di Psiche e Amore

Essa è divisa in due piani, al primo piano troverete le bellissime statue del Canova, acquistate da Sommariva, dislocate per le varie sale; sicuramente la più bella e ammirata è la Sala di Psiche e Amore,al centro della quale c’è il bellissimo gruppo Amore e Psiche giacenti, eseguito verso il 1820 da Adamo Tadolini sul modello originale del Canova!E’ una scultura veramente fantastica, e ad eccezione delle ali, è stata ottenuta da un unico blocco di marmo! L’amore che traspare da questa scultura è notevole,e io sarei stata ore ad ammirarla, e come  me la maggior parte dei visitatori! Infatti si dice che la scultura quando arrivò qui  a Tremezzo nel 1834, divenne tra le più celebri icone di sensualità e passione!

Villa Carlotta e la camera della Principessa Carlotta

Villa Carlotta e la camera della Principessa Carlotta

Nel secondo piano invece si trovano gli appartamenti privati degli ultimi proprietari della Villa, fra cui la camera da letto di Carlotta, la principessa a cui deve il nome la Villa e che la ricevette in dono di nozze; la camera è di tipica impronta femminile, e con un bellissimo ritratto della fanciulla sulle pareti.Molto belle anche le altre sale presenti, fra cui lo studio del marito di Carlotta Giorgio II, la sala da pranzo i vari salotti,… tutti comunque con il tipico arredamento di produzione francese  in perfetto stile neo classico!

Appena finita la visita all’interno  (e visto il sole che finalmente faceva capolino dalle nubi), ci siamo inoltrati per questo bellissimo e celeberrimo parco che è visitabile in ogni stagione, perché ospita tantissime varietà di fiori e piante che fioriscono tutto l’anno, fra cui antichi esemplari di camelie, cedri e sequoie secolari, platani immensi e essenze esotiche in un alternarsi di ambientazioni create nei secoli dagli architetti dei giardini come il giardino dei bambù oppure la valle delle felci ecc! Non vi preoccupate non rischierete di perdervi perché alla biglietteria vi verrà fornita una piccola guida con un percorso già segnato da seguire!

Villa Carlotta e il parco

Villa Carlotta e il parco

Per chi fosse interessato compreso al biglietto di ingresso Giardino/Museo si può richiedere di poter partecipare a una degustazione dell’olio di oliva della durata di un’ora, a cura del Dottor Giandomenico Borelli, che vi illustrerà le proprietà e le differenze del vero olio di oliva extra vergine! Molto interessante anche per i bimbi! I prossimi appuntamenti sono i seguenti:

-Domenica 11 settembre ore 11.00/12.30

–   Sabato 17 settembre ore 11.00/12.30

–    Sabato 24 settembre ore 11.00/12.30

Quindi se capitate dalle parti del Lago di Como, non esitate a visitare una fra le più belle ville della Lombardia!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 1.021 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments