Visitare Malta a febbraio, il nostro primo viaggio del 2017

Quale miglior modo per spezzare il grigiore dell inverno, se non concedendoci un week end in un paese ancora non visitato, e già adesso  dalle gradevoli temperature  primaverili?Il nostro primo viaggio del 2017, è stato sicuramente un’inaspettata sorpresa, in un luogo che non avevo mai pensato di visitare……..

Sto parlando di Malta,il piccolo arcipelago situato nel Mediterraneo, nel canale di Malta, a 80 km dalla Sicilia, a 284 km dalla Tunisia e a 333 km dalla Libia. Con un’estensione di 315,6 km² è uno degli stati più piccoli e densamente popolati al mondo, e  la sua capitale è La Valletta.

Malta ph Visit Malta

Malta ph Visit Malta

Al momento la temperatura odierna per febbraio si aggira intorno ai 15°/20° gradi , e se ci sommate le tantissime attrattive turistiche che questa favolosa isola ha da offrire , (come il mare stupendo)con in più la tantissima scelta enogastronomica e il fatto che i voli aerei in questo periodo si trovano a prezzi stracciatissimi… Mi capite adesso????

Abbiamo prenotato un apparthotel, nel centro della Valletta, e avremo a nostra disposizione un piccolo appartamento vista mare con colazione compresa; secondo alcuni , avremmo fatto meglio a prenotare il nostro alloggio nella zona più giovane e dinamica di Malta ,precisamente a Saint Julian , piena zeppa di locali, ristoranti e discoteche….. ma però molto più lontana da tutti i collegamenti per vedere l’ isola.Poi vi farò sapere se la nostra scelta sia stata felice o infelice, lo vedremo solo al momento là!

Non conoscendo Malta, mi sono avvalsa dei consigli e le informazioni che si trovano nel sito ufficiale di Malta, VisitMalta, e mi sono stilata un piccolo programma di visita  (come mio solito), che cercheremo di rispettare al massimo, nei 3 giorni in cui saremo  lì in concomitanza quasi  con la festa di San Valentino, dal 10 febbraio al 13.

Malta ph Visit Malta

Malta ph Visit Malta

Atterreremo a Malta il venerdi sera 10 febbraio  in tempo per poter assistere ai fuochi d’artificio della  festa nazionale del santo patrono San Paolo, che qui naufragò durante il suo viaggio di ritorno dalla Terra Santa. Sempre a Valletta, nelle sedi naturali di Forte Sant’Elmo  e del Palazzo del Gran Maestro, a partire dal 12 febbraio, ricomincia il calendario delle rievocazioni storiche conosciute con il nome di In Guardia: un’occasione unica per assistere a parate militari così come venivano realizzate al tempo dei Cavalieri di San Giovanni.

Parlando di Malta, inevitabile è pensare ai famosi Cavalieri di Malta… Torniamo per un attimo indietro nel tempo, all’ epoca in cui dominare Malta per l ‘Europa Cristiana, significava dominare l’ intero bacino del Mar Mediterraneo e prevalere sulle ambizioni del popolo ottomano.La Valletta era la città fortificata e inespugnabile costruita dai Cavalieri,  appollaiata sulla penisola di  Sciberras, tra Grand Harbour  e Marsamxett Harbour, penisola meno esposta al nemico, ( gli ottomani).Fu resa nuova capitale dell’ isola dopo che la città di Vittoriosa che all’ epoca si chiamava Birgù, fu rasa al suolo dalle tante  battaglie, dandole il nome del suo fondatore Il Gran Maestro dell’Ordine di San Giovanni, il Cavaliere francese Jean Parisot de la Valette.Tutt’oggi la Valletta conserva ancora la sua personalità unica, e l ‘architettura dell ‘epoca.

Insieme quindi alle città dei Cavalieri( La Valletta,le Tre Città, Mdina e Rabat), visiteremo anche i famosi siti preistorici, come quelli di Hagar Qim e di Mnajdra ( purtroppo l ‘Ipogeo di Hal Saflieni è chiuso), fra i più bei monumenti megalitici d’Europa e i più antichi ( sono più vecchi addirittura di Stonehenge).

Malta ph Visit Malta

Malta ph Visit Malta

Faremo anche un giro dell’ Isola nella sua parte sud -occidentale, con un tour organizzato che ci porterà a vedere e scoprire luoghi fantastici, come la famosa Blue Grotto,o le falesie di Dingli… senza farsi mancare una gita al favoloso e pittoresco paese di pescatori di Marsaxlokk, che è diventato famoso grazie alle sue piccole imbarcazioni colorate chiamate luzzu sul cui scafo campeggia un occhio dipinto che si dice sia lì per scacciare la mala sorte ; la leggenda vuole che questa tradizione sia stata ripresa dagli antichi egiziani che solevano fare la stessa cosa anche per le loro imbarcazioni!

Insomma che dite un programma intenso? Ce la faremo secondo voi a vedere tutto?? Non vi resta che seguirci da domani sui nostri canali social e seguendo l’ hashtag ufficiale #girandomalta.

Ne vedremo delle belle!!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 2.252 volte, 6 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar