I Castelli della Baviera: orari ,prezzi e info utili per la visita

La distanza fra i  famosi Castelli di Ludwig II, e il nostro hotel è relativamente breve ( circa 5 minuti) e arriviamo puntualissimi davanti alla biglietteria dei Castelli (Ticketcenter), nella località di Hohenschwangau, situata al di sotto del castello.

Il paese di Schwangau

Il paese di Schwangau

Mentre Alessio parcheggiava la nostra macchina in uno dei tanti parcheggi della vallata, ovviamente tutti  a pagamento, con un costo che varia dalle 10 alle 15 euro giornaliere, ( ci sono tantissimi parcheggi, il più centrale e principale è quello appena sotto il castello Hohenschwangau); io mi sono avviata a prendere i biglietti che avevo già prenotato un mese prima .In alta stagione infatti può succedere che  gli ingressi  per una determinata data, possano esaurirsi, allora conviene prenotarli! A differenza dell’ Hohenschwangau,i biglietti per l’ ingresso del castello di Neuschwanstein possono essere acquistati solo presso la biglietteria e è consigliabile acquistare i biglietti di ingresso prima di procedere verso il castello.

La procedura per la prenotazione dei biglietti è molto semplice, basta mandare una mail con il tipo di biglietto che si  desidera prenotare a questo indirizzo,  info@ticket-center-hohenschwangau.de ( tranquilli c’è una procedura guidata che vi aiuterà,) specificando la data e l’ orario preferiti. Il sistema vi farà vedere subito gli orari disponibili, e nel caso abbiate scelto l’ entrata a entrambi i castelli, vi verrà chiesto di indicare solo l’ orario preferito per il primo Castello di Hohenschwangau, e di conseguenza avrete l’  orario di entrata per il Castello di Neuschwanstein. I due ingressi sono calcolati  automaticamente con un margine di due ore circa, per agevolare una comoda visita a entrambi.

L' Alpensee

L’ Alpensee

Dando l’ Ok, riceverete una mail con il riepilogo dei biglietti prenotati e l’ orario, ma ATTENZIONE, i biglietti veri e propri dovrete andare a ritirarli alla Biglietteria e pagarli li;  andate all ‘ orario del ritiro indicato sulla mail, nella corsia addetta e eviterete di fare la fila .

Ricordo che è possibile prenotare biglietti di ingresso maggiorati di un supplemento sulla normale tariffa al più tardi fino a due giorni prima della visita desiderata (alle ore 15 / ora locale) al castello. Un cambiamento della prenotazione o uno storno può avvenire solo fino a due ore prima dell’orario di ammissione (anche per telefono).

Qui il sito ufficiale

Noi abbiamo optato  per il Biglietto cumulativo “Königsticket” per la visita ai castelli di Neuschwanstein e Hohenschwangau in uno stesso giorno: 23 euro (intero) o 21 euro (ridotto)

ll biglietto di ingresso per una visita guidata del Castello è valido per un determinato orario e le visite guidate iniziano puntualmente;  quindi  conviene mettersi in marcia verso il Castello calcolando il tempo necessario per raggiungerlo in tempo, poiché i visitatori che giungeranno in ritardo non saranno più ammessi alla visita stessa!

Lo Schloss Hohenschwangau specchiato sull 'Alpensee

Lo Schloss Hohenschwangau specchiato sull ‘Alpensee

Noi avevamo la visita guidata all’ Hohenschwangau alle 11:50, e visto che eravamo molto in anticipo, abbiamo deciso di passeggiare lungo il paese, che è molto piccolino, e che si può dire si è creato in funzione dei castelli…molti negozi  di souvenir, ristoranti, bar, e uno splendido hotel ai piedi del lago Alpensee, che è navigabile e molto scenografico…

Purtroppo non siamo stati fortunati con il tempo, e invece di essere in estate, sembrava di essere in pieno inverno, con la temperatura che si aggirava intorno ai 10 gradi….

Noi memori della precedente esperienza del giorno prima ( dove avevamo rischiato l’ assideramento causa l’ abbigliamento estivo!) stavolta eravamo un po’ più equipaggiati, ma comunque l’ umido e la nebbia che avvolgeva ogni cosa, (impedendoci purtroppo di vedere lo stesso Neuschwainsten), ci è penetrata nelle ossa… costringendoci ad affrettare i nostri piani……

Mezz’ora prima l’ inizio della visita al  castello di Hohenschwangau, ci avviamo lungo la scalinata che parte dalla strada principale verso il castello ( circa 10 minuti) e da cui si inizia a ad avere una bella veduta del paese sottostante.

Schloss Hohenschwangau Cortile interno

Schloss Hohenschwangau Cortile interno

Appena arrivati, un cartello luminoso vi avvertirà quando toccherà al vostro turno grazie all’ orario segnato sul vostro biglietto. Al vostro ingresso vi verrà fornita l’ audioguida compresa nella visita, e già impostata nella vostra lingua Le visite interne ai castelli durano in tutto un’ ora, in cui verrete accompagnati lungo le sale, in gruppi di massimo 30 persone; a turno i gruppi vengono fatti entrare nelle stanze e chiusi dentro, e  a un cenno della guida, partiranno all’ unisono tutte le audioguide in un perfetta organizzazione . In questo modo si può godere della visita senza confusione e in tranquillità, ( non come ad esempio a Versailles che 1000 persone vengono letteralmente lasciate girare da soli  per il castello in contemporanea, in un caos pazzesco!)Non si possono purtroppo fare foto.

Il castello di Hohenschwangau, come avevo già scritto in questo articolo , è il castello dove Ludwig II, ha passato l’ infanzia e la sua adolescenza, in pratica era la casa di famiglia, dove viveva insieme ai genitori ( Massimiliano II era suo padre), e dove si pensa abbia avuto l’ influenza “romantica” per la costruzione del suo castello Neuschwanstein proprio di fronte.

Schloss Hohenschwangau

Schloss Hohenschwangau

Degna di nota  e forse la più importante fra le sali interne del castello è la Sala del Cavaliere del Cigno , dove si segnalano delle pregevoli pitture murali rappresentanti scene relative alla leggenda del cavaliere del cigno Lohengrin.

Finita la visita, e visto il poco tempo, decidiamo di pranzare al bar , proprio accanto alla biglietteria del bus che porta al Castello di Neuschwanstein; come sapete ci sono 3 modi per salire al castello: o a piedi con una camminata di circa 40 minuti, con il calesse  circa 30 minuti ( sicuramente più  scenografico, e carino, ma visto il tempo freddo e brutto, abbiamo declinato l’ idea) oppure con il bus, che in 20 minuti a un costo di 1,50 a tratta a testa, vi porta al punto più vicino all’ ingresso, ( considerate altri 10 minuti di camminata per arrivare al castello!)

Arrivati alla corte interna del castello, anche qui un cartello luminoso avvertirà i gruppi del loro turno, e l’ organizzazione è sempre la stessa, gruppi piccoli e audioguida accesa dalle guide che vi accompagnano. Anche qui vige la regola di non scattare foto .

Schloss Neuschwanstein

Schloss Neuschwanstein

Ovviamente il castello di Neuschwanstein è il capolavoro migliore fatto costruire da Ludwig II; è diventato uno dei simboli della Baviera nonché della Germania nel mondo. E’ il castello delle favole per eccellenza, edificato sullo stile delle antiche residenze feudali tedesche dopo che il monarca rimase folgorato da una visita nel 1867 alla fortezza medievale di Wartburg in Turingia.

Le sale interne, sono tutte riccamente arredate ,e  sono un omaggio al genio musicale di Richard Wagner, ( amante di Ludwig II)dal “Tannhäuser” al “Lohengrin” passando per “Tristano e Isotta”, “I maestri cantori di Norimberga” e il “Parsifal”, un inno al romanticismo e alle antiche leggende germaniche. Infatti Ludwig nella sua “pazzia”, si sentiva l’ incarnazione di un cavaliere medioevale, e decise in ogni sua sala del castello di proclamare questa sua “vocazione”.

Schloss Neuschwanstein Cortile interno

Schloss Neuschwanstein Cortile interno

La splendida Sala del Trono ne è un perfetto esempio:  i gradini di marmo di Carrara portano all’abside che doveva sovrastare un trono d’oro e d’avorio, mai realizzato perchè dopo la morte del re tutti i lavori previsti e non ancora iniziati non vennero portati a termine. I dipinti dietro raffigurano fra l’altro i dodici Apostoli, sei re canonizzati ed episodi della loro vita.  Il pavimento in mosaico è stato realizzato utilizzando oltre due milioni di tessere, tutto in un trionfo di oro.

Ludwig aveva una predilezione per le camere da letto sfarzose e per questo quella realizzata a Neuschwanstein in stile tardo gotico è ornata da meravigliosi intagli in legno di quercia . Considerate che in questa sola stanza hanno lavorato 14 intagliatori per ben quattro anni.. Le tende, le tappezzerie e le coperte in blu bavarese (il colore preferito del re) sono ornate da ricami rappresentanti lo stemma della Baviera, il cigno ed il leone dei Wittelsbach.

I bagni e la cucina erano all’ avanguardia nonostante l’ epoca, e già si usava l’ acqua corrente che derivava da una sorgente della cascata delle  gola di Pollat.

Schloss Neuschwanstein

Schloss Neuschwanstein

Ludwig II è stato sicuramente un genio nella realizzazione di questo castello e la ristrutturazione di altri nella zona; purtroppo il suo completo disinteressamento alla politica del regno , la sua passione per il romanticismo, per l’ arte, la poesia, e la musica, e forse anche la sua malcelata omosessualità, hanno creato con il tempo una persona sempre più chiusa in se stessa, solitaria, timida , insicura, timorosa degli altri; e questo forse  fu anche causa della sua misteriosa morte.

 

Orari di apertura

Vendita biglietti alla biglietteria (Ticketcenter)

da 19 marzo a 15 ottobre: dalle 8 alle 17

da 16 ottobre a 18 marzo: dalle 9 alle 15

 

Orari di apertura del castello Neuschwanstein

da 19 marzo a 15 ottobre: dalle 9 alle 18

da 16 ottobre a 18 marzo: dalle 10 alle 16

aperto tutti i giorni eccetto 1º gennaio, 24, 25 e 31 dicembre.

 

Alla prossima con il nostro #girandosudtirol

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 4.712 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.

Commenta per primo!

avatar
wpDiscuz