Granada la città da mille e una notte spagnola

Dopo il caos di Cordova e le sue stradine labirintiche, arrivare a Granada è stata una passeggiata, anche se abbiamo dovuto attraversare una parte  della Sierra Nevada, la più alta  catena montuosa iberica e uno dei principali centri di sport invernali della Spagna.Proprio nel punto dove i monti incontrano la pianura a 670 metri di altitudine, si trova l ‘antica città di Granada, fondata dagli iberi.Essa è stata per ben 250 anni la capitale di un regno moresco i cui confini racchiudevano la provincia di Almeria e Malaga; testimone di tale splendore lo è  ancora oggi il bellissimo palazzo reale dell’ Alhambra che sembra uscito dalle pagine delle Mille e una Notte! Dopo la caduta della città e la sua resa ai re Cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando, divenne il punto focale del rinascimento spagnolo.Ebbe un periodo di declino nel XIX secolo, ma ora è di nuovo una delle città più belle e visitate di tutta l ‘Andalusia!

Granada e l 'Alhambra vista dal Mirador de San Nicolas

Granada e l ‘Alhambra vista dal Mirador de San Nicolas

Granada ha ancora secondo me un fascino di città araba, con i suoi negozietti  simili a un souk arabo, ma allo stesso tempo elegante, con le sue belle piazze ariose e luminose  e i suoi viali lunghissimi e larghi; direi  un po’ un perfetto mix fra Siviglia e Cordova, e sicuramente è la città che più ha amato Alessio!

Il quartiere di Albaicin di Granada

Il quartiere di Albaicin di Granada

GRANADA DOVE DORMIRE

Io avevo prenotato in Piazza Nuova,(Plaza Nueva) presso l’ Hotel Macia Plaza, per 130 euro 2 notti + 16 euro al  giorno di parcheggio per l ‘auto;mai scelta fu più azzeccata, innanzitutto questa piazza è praticamente l’ ingresso all’ Albaicin, l’ angolo della città arroccato sul pendio opposto dell ‘Alahambra, dove si sente maggiormente l’ influenza moresca, e  che è entrato a far parte dell’Unesco.Inoltre in questa piazza ci sono i capolinea della maggior parte di autobus e bus che girano per la città e una miriade di ristoranti e locali.

GRANADA COSA VEDERE

. ALHAMBRA Ovviamente la cosa più importante da vedere a Granada, grazie al quale la città è diventata così famosa è sicuramente l’Alahambra, il complesso di palazzi e giardini ricchi di acqua, e fontane zampillanti, che si trova su una cresta che domina la città. Ne parleremo dettagliatamente nel prossimo articolo!

La Cattedrale di Granada

La Cattedrale di Granada

. CATEDRAL fu fatta costruire dai Re Cattolici nel 1523,al suo interno molto bella è la Capilla Mayor a pianta circolare sorretta da colonne carinzie. Sotto la sua cupola le vetrate raffigurano la Passione di Cristo.Vicino  all’ arco di entrata sono scolpite due statue in legno raffiguranti i reali cattolici.

ORARIO DI APERTURA:  da Lunedì a Sabato 10:00 a 18:30

Festivi e Domenica 15:00 a 18:00

COSTO DEL BIGLIETTO: 5 EURO A TESTA

.CAPILLA REAL la Cappella Reale fu costruita per i re Cattolici dal 1505 al 1507 per ospitare i mausolei della Regina Isabella di Castiglia, del marito Re Ferdinando accanto alla figlia Giovanna la Pazza e il genero Filippo il Bello.Una scala porta alla cripta dove le salme sono racchiuse in bare di piombo. La visita a questa Cappella è molto interessante, le statue dei Mausolei sono veramente belle da sembrare quasi vere, e inoltre nella visita è possibile vedere anche la corona autentica di Isabella e la Spada di Ferdinando racchiusi in una teca. Purtroppo non si possono fare foto!

ORARIO DI APERTURA

Dal 01 nov al 31 mar  Lunedì a Sabato  10:15 a 13:30 e   15:30 a 18:30

Festivi e Domenica  11:00 a 13:30 e  15:30 a 18:30

Dal 01 apr al 30 ott   Lunedì a Sabato  10:15 a 13:30 e  16:00 a 19:30

Festivi e Domenica  11:00 a 13:30 e  14:30 a 18:30

COSTO BIGLIETTO  4 EURO A TESTA

Granada e il suo Souk

Granada e il suo Souk

SOUK di GRANADA

Si trova vicino alla Cattedrale  fra Plaza de la Passeiga, C. de la Alcaceira, c. de Zacatin e Pl. de Bibarrambla

Non é un quartiere arabo ma ciò che rimane dell’antico souk arabo della capitale moresca Granada. Ancora oggi le vie di questo quadrilatero sono quelle dell’antico souk, cambiano solamente gli edifici che nei secoli sono stati costruiti in pietra in stile spagnolo anziché arabo.  E ‘ molto caratteristico e è l’unico souk presente in terra europea. In spagnolo si pronuncia Zoco.

Vi si trovano un sacco di negozi di souvenirs ma anche di negozi e botteghe tipici dei souk maghrebini. Prezzi  però alti…..

MIRADOR DE SAN NICOLAS: è sicuramente un must to do da fare a Granada, in quanto da questa bellissima piazza  si possono ammirare splendidi tramonti sulla città di Granada, il quartiere Albaicin  e davanti a voi, sul colle di fronte, l ‘Alhambra in tutta la sua bellezza con lo sfondo spettacolare della Sierra Nevada! Si può prendere il bus C1 dalla fermata in Plaza Nueva che vi porterà direttamente alla fermata Mirador de San Nicolas (2,40 euro a tratta a testa). Non provate neanche a fare a piedi la salita, perché è molto faticosa e pericolosa (le stradine sono molto strette e trafficate da questi bus!)

GRANADA DOVE MANGIARE.

A Granada esiste ancora l ‘abitudine di servirvi gratuitamente una tapas insieme al drink; quindi diffidate dei ristoranti acchiappa turisti, ma andate nei locali frequentati dagli abitanti, potrete mangiare e bere con meno di 5,00 euro a testa! Volete un esempio?  Vicino alla Plaza Nueva su una piccola stradina laterale alla piazza, si trova il Minotauro, li abbiamo mangiato tantissimo spendendo massimo 10 euro a testa. Se invece vi allontanate dal centro turistico verso il Viale Acera del Darro con la fontana bellissima Fuente de las Batallas , in una sua traversa dal nome Veronica de la Virgen, troverete il locale Avila. Esso è un tipico tapas bar, frequentato solo dai locali, e con 2,50 euro avrete bevuta e tapas!

GRANADA DOVE DIVERTIRSI

Granada e i ballerini del flamenco

Granada e i ballerini del flamenco

A Siviglia avevamo visto il flamenco più autentico nel locale della Carboneria, ma li c’era solo una ballerina…. Così decido di andare a  vedere uno spettacolo di flamenco completo con una coppia di ballerini e convinco un Alessio molto scettico ad assistere allo spettacolo di flamenco del locale La Alborea, vicino anch’esso a Plaza Nueva; ma poi ho dovuto dare ragione ad Alessio! Uno spettacolo esclusivamente a uso e consumo dei turisti, che alla cifra di 15 euro compresa la bevuta, assistono a uno spettacolo di circa un ‘ora! Ma niente di che….. Carino, ma si vedeva lontano un miglio che i ballerini non erano motivati, ma che vedevano solo l’ ora di sbrigare il loro lavoro… Insomma deludente!!

Spero con questa piccola guida di avervi aiutato a conoscere la città di Granada.

Continuate a seguirci nei prossimi post! #girandoandalusia

Elisa

www.girandolina.it

 

(Visualizzato 1.348 volte, 1 oggi)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x