Milano cosa vedere in una giornata nella città della moda

Ciao a tutti questa volta vi voglio raccontare di una giornata che ho passato a Milano, città’ che mi ha piacevolmente colpita; di solito infatti la sua definizione e’  di  una citta’ grigia, snob e piena di smog, invece mi sono ricreduta, e complice il sole e la bella giornata, ci siamo goduti appieno questa gita fuori porta.

Abbiamo preferito l’ auto, perchè essendo in 4, ci e’ convenuto di più ( treno Eurostar Firenze Santa Maria Novella- Milano Centrale andata e ritorno 80 euro a testa)mentre in macchina 20 euro a testa autostrada, benzina e parcheggio in centro.

Siamo partiti da Prato alle  7:00 e fortunati di non trovare traffico arriviamo a Milano  alle 9:45, e subito ci dirigiamo al nostro parcheggio vicinissimo al centro ( 5 minuti a piedi dal Duomo) , si chiama Apcoa Parking, lo consiglio perche’ molto comodo e onesto,(una tariffa giornaliera  15 euro).

Il Duomo di Milano

Il Duomo di Milano

Iniziamo il nostro giro, e come e’ mia abitudine, giorni prima mi ero comprata una guida di Milano e me la sono studiata, in modo di poter sfruttare al meglio la giornata, e poter vedere più cose possibili, partiamo quindi dalla Rinascente in piazza Duomo( non e’ un monumento di interesse storico, ma si sa quando ci sono  donne, un giretto ai negozi ci sta sempre bene),e’  un immenso centro commerciale, nel cuore della citta’,e  dal suo terrazzo e’ possibile vedere il Duomo da un ‘altra prospettiva.

Ci dirigiamo quindi al Duomo e esplicati i controlli di rito  entriamo.

Il Duomo simbolo di Milano e’ un perfetto esempio  di capolavoro gotico, tanto e’ brillante e bianco fuori, tanto e’ scuro il suo interno, illuminato  solo dalle sue ampie vetrate colorate.

Interno Navata del Duomo do Milano

Interno Navata del Duomo do Milano

Fuori c’era un cartello che vietava l’ uso delle macchine fotografiche, ma dentro sembrava di essere dentro un set fotografico, cosi’ anche noi tirata fuori la nostra macchinetta abbiamo iniziato a fare foto, stando attenti a non utilizzare il flash, vero colpevole dei danni alle opere  .

Imperdibile e’ la salita sopra il tetto ( 5 euro a persona), che grazie al cielo terso permetteva un bel panorama, abbiamo girato tutto il perimetro del Duomo, fino alla famosa “Madonnina”, e li’ foto di rito.e poi stanchi e affamati siamo scesi. In tutto la visita al Duomo e’ durata circa 2 ore, ma spese bene…

Il tetto del Duomo di Milano

Il tetto del Duomo di Milano

Capatina d’ obbligo alla Galleria Vittorio Emanuele II, il salotto buono di Milano, con tutti i suoi negozi ultra chic, e immancabile sosta al Toro sul pavimento per i tre giri portafortuna sui suoi testicoli.

Da li poi abbiamo attraversato Piazza Mercanti, un esempio di piazza medievale molto importante, e abbiamo visto il Teatro alla Scala, che devo dire mi ha deluso, mi immaginavo una cosa piu’ grandiosa, o non so, …..

Procedendo per Via Dante, siamo andati al Castello Sforzesco, e li migliaia di foto alla fontana accesa con il castello di sfondo, poi siamo entrati al Parco del Sempione, un bel parco grande, e c’era pure il Luna Park, cosi’ contenti abbiamo girellato qua e la’.

 

 

Altra tappa la Basilica di San’ Ambrogio patrono di Milano ( fermata metro’ Sant’ Ambrogio), tipico esempio di chiesa Romanica , l’ interno della chiesa e’ molto carino, semplice, e armonioso, degno di nota e’ il sarcofago di Stilicone e la cripta dove tuttora si trovano le spoglie di Sant’ Ambrogio, e 2 martiri Gervasio e Portasio.

 

Suggestiva era la luce che scaturiva dalle finestre e che colpiva una croce su una colonna.

La Chiesa di Sant' Ambrogio di Milano

La Chiesa di Sant’ Ambrogio di Milano

Sull’ ora del tramonto abbiamo deciso di andare ai Navigli ( fermata metro’ Porta Genova) quartiere che deve il nome ai canali navigabili, ora centro di locali notturni e moltissimi pub, e incontrati con un amico facciamo un giro poi entriamo in un locale per un aperitivo che a me sembrava più una cena.

Anche se stanchissimi della giornata decidiamo di fare un’ ultima sosta a vedere il Duomo illuminato di notte, e li’ con un ‘ ultima foto di gruppo salutiamo Milano.

Il Duomo di Milano, by night

Il Duomo di Milano, by night

In conclusione mi e’ piaciuta Milano, una città caotica, e snob, ma ci torneremo anche per vedere le cose che ci restano come Santa Maria delle Grazie per L’ultima Cena di Leonardo da Vinci ( bisogna prenotare mesi prima)e il quadrilatero della moda, ( per  mio grande disappunto mio  i negozi erano chiusi).

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Alla prossima

Elisa

(Visualizzato 1.378 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar