Visitare Malta in tre giorni, tutti i consigli utili per l’ organizzazione

Malta è stata una vera scoperta….. Non l’avevamo mai presa  in considerazione come meta delle nostre vacanze,perché pensavamo non avesse niente da offrire e da vedere…. Invece ci siamo piacevolmente ricreduti!!

Malta, La Valletta vista da Fort S.Angelo

Malta, La Valletta vista da Fort S.Angelo

Questo piccolo arcipelago nel mezzo del Mediterraneo, con il suo mare stupendo dalle acque blu e cristalline è stato in passato, crocevia di varie popolazioni e culture diverse, influenze arabe, greche, romane che negli anni hanno contribuito a creare Malta come la conosciamo noi adesso.

I Greci usavano chiamarla Melitē che significa “dolce” e gli Arabi Malita per la grande quantità di api autoctone che producevano in abbondanza miele; anche gli antichi Romani assunsero il nome greco per riferirsi all’isola, chiamandola Melita, nome che anche adesso nel dialetto maltese si usa, per riferirsi al colore particolare di tutti gli edifici dell’ isola, di un tipico colore giallo tendente all’ oro, che si tinge color miele al tramonto!

Malta, i favolosi balconi di La Valletta chiamati gallarija e gardjoli

Malta, i favolosi balconi di La Valletta chiamati gallarija e gardjoli

Malta, i favolosi balconi di La Valletta chiamati gallarija e gardjoli

Malta, i favolosi balconi di La Valletta chiamati gallarija e gardjoli

Malta, i favolosi balconi di La Valletta chiamati gallarija e gardjoli

Malta, i favolosi balconi di La Valletta chiamati gallarija e gardjoli

Anche i gallarija e gardjoli, i colorati balconi coperti tipici dell’architettura maltese, soprattutto nella zona del porto di Valletta, derivano dall’ architettura araba;  usati dalle donne per osservare l’andirivieni nelle strade senza essere viste dall’esterno, sono di legno e dipinti con gli stessi colori vivaci dei luzzu, le barche tradizionali  usate dai pescatori.

Malta è stata una colonia britannica dal 1814 fino al 1964 quando ne ottenne l’ indipendenza; l’ influenza inglese è comunque molto forte anche adesso sia nella guida ( si guida a destra come in Inghilterra) che nell’ uso delle spine elettriche inglesi (portatevi i riduttori per poter usare la nostra tecnologia), sia nella lingua ( l’ inglese è la lingua ufficiale insieme al Maltese).

Malta e le celebri cabine rosse inglesi

Malta e le celebri cabine rosse inglesi

La lingua maltese  è un dialetto nato dalla fusione di arabo, siciliano e greco, e viene parlato per lo più in famiglia o fra i conoscenti, mentre l’ inglese viene usato sempre per una forma di educazione verso chi non si conosce ( un po’ come noi quando usiamo il Lei).Non vi preoccupate, la maggior parte dei maltesi parla o almeno capisce anche l’ italiano, quindi non avrete problemi!

I maltesi però a differenza degli inglesi, sono un popolo molto socievole, chiunque vi incontrerà per la strada vi saluterà, donna o uomo che sia, e si aspettano che anche voi facciate altrettanto!

Di seguito vi scrivo dettagliatamente tutte le informazioni utili se state programmando una vacanza o una  visita  prossimamente a Malta:

 

 

MALTA COME RAGGIUNGERLA:

Malta si raggiunge facilmente via aereo tramite la maggior parte delle compagnie aeree anche low cost; l’ aeroporto internazionale di Malta, si trova nel centro-sud dell’ isola e è comodamente collegato a tutte le città maltesi dai vari autobus.I biglietti si possono fare dentro l ‘autobus direttamente all’ autista, hanno una durata di 2 ore e le tariffe variano  a secondo dei mesi estivi e invernali.Il servizio notturno costa sempre di più ( 3,00 euro a testa)

Da metà giugno a metà ottobre vige la tariffa estiva di 2,00 euro a testa

Da metà ottobre a metà giugno vige la tariffa invernale di 1,50 euro a testa

Per tutte le info questo è il sito ufficiale dei trasporti maltesi: https://www.publictransport.com.mt/en/bus-card-and-ticketing

MALTA DOVE DORMIRE:

La scelta dell’ alloggio dipende secondo me dal tipo di vacanza che state progettando: se avete in mente una vacanza balneare all’ insegna del divertimento, allora vi consiglio di prenotare l’ hotel nella zona di Sliema o St.Julian ,con il lungomare animato e popolato da esercizi commerciali e pieno di palazzi moderni e tantissimi hotels.Qui il divertimento è assicurato perché ci sono tantissime discoteche, pub e ristoranti dove tirar tardi la notte, e le tariffe alberghiere sono molto più basse .Come già detto tutta Malta è comodamente servita dal servizio del trasporto urbano, quindi vi potrete comunque muovere a vostro piacimento, oppure potete noleggiare una macchina.

Malta, il panorama che vedevamo dal nostro appartamento a La Valletta

Malta, il panorama che vedevamo dal nostro appartamento a La Valletta

Se invece avete in mente una vacanza più culturale, o comunque non vi interessano discoteche e affini, vi consiglio di prenotare direttamente a La Valletta, la capitale di Malta, come abbiamo fatto noi. La Valletta è una piccola cittadina che si trova nella parte centro est dell’ isola, è veramente molto piccola ( considerate che si attraversa tutta a piedi in 30 minuti da parte a parte) con una struttura urbana fatta di sali e scendi e tante scalinate che portano direttamente al mare.

Noi abbiamo prenotato presso il Luciano Valletta Self Catering un piccolo appartamento dotato di tutti i comfort, dal wifi gratuito in camera, alla televisione,  a una piccola cucina (che abbiamo avuto modo di usare)con  tutti gli utensili utili per cucinare, pentole, piatti, posate, e fornelli a induzione. C’era stato gentilmente anche riempito il frigorifero con alcune bottigliette di acqua, birra, latte e altre bevande!

Malta, il panorama che vedevamo dal nostro appartamento a La Valletta

Malta, il panorama che vedevamo dal nostro appartamento a La Valletta

Abbiamo pagato 270 euro per 3 notti con la colazione inclusa presso il Luciano Hotel a circa 50 metri di distanza, forse un po’ più caro rispetto ai nostri standard abitudinari, ma non ce ne siamo pentiti, perché il nostro appartamento era in una piccola palazzina appena sotto gli Upper Barrakka Gardens, e ogni mattina ci svegliavamo con uno dei panorami più favolosi del mar Mediterraneo, con davanti a noi le  Tre Città!

MALTA COSA VEDERE

Come mio solito avevo fatto un programma , per evitare di perdere tempo visto i pochi giorni a disposizione, e ve ne avevo parlato anche qui: http://www.girandolina.it/visitare-malta-a-febbraio-il-nostro-primo-viaggio-del-2017/

Sappiate che tutto quello che ci eravamo prefissati l’ abbiamo visto  e anche più (come la crociera del Gran Harbour con le tipiche e piccole imbarcazioni maltesi) ma ve ne parlerò più dettagliatamente nei prossimi articoli!

MALTA COSA MANGIARE

La cucina maltese è influenzata dalle sue tradizioni inglesi, orientali e italiane specialmente della cucina siciliana, infatti in tutta Malta troverete cibi che ricordano i cibi della tradizione culinaria siciliana, come i Pastizzi , sfogliatine di pasta ripieni di ricotta e piselli, oppure  la Fenkata, il coniglio in salmì cucinato in modo molto lento!Ovviamente la fa da padrone anche il pesce, che qui è semplicemente divino!!

Malta e il piatto maltese

Malta e il piatto maltese

Se potete fate una pausa in un band’s club di paese , sono bar gestiti dalle bande locali e a volte sono collocati all’ interno di veri palazzi d’ epoca! Andateci per rivivere l ‘atmosfera d’ altri tempi!Per mangiare Malta non è però molto economica, prevedete circa 10/15 euro a testa per un piatto di pasta e una bottiglia d’acqua e  dalle 20 euro in su per un pasto più raffinato… Per questo suggerisco di prenotare un appartamento dove potersi cucinare i pasti  e risparmiare un po’!

Malta la Republic Square

Malta la Republic Square

Al prossimo articolo dove vi racconterò della nostra vacanza maltese!

Elisa

www.girandolina.it

 

(Visualizzato 5.831 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.

Commenta per primo!

avatar