Milano, dove poter vedere tutte le opere di Leonardo da Vinci

Un itinerario giornaliero sulle tracce delle opere di Leonardo da Vinci nella città di Milano

Quando si pensa alle città del Nord Italia, si pensa sempre erroneamente a città dedicate solo al lavoro, alla frenesia, alla moda e al fashion… insomma città fredde e snob; e sicuramente  la città di  Milano è considerata così da molte persone….

In realtà come abbiamo avuto modo  di vedere anche noi,durante una piccola toccata e fuga di una giornata (eh si lo so poco tempo purtroppo!), Milano ha molte sfaccettature…..

E’ la città della moda vero, ma anche la città della cultura!!!

Milano e il suo Duomo

Milano e il suo Duomo

Quando la visitammo per la prima volta, riuscii a fare un piccolo itinerario giornaliero che copriva le maggiori attrazioni turistiche milanesi, come il Duomo di Milano simbolo della città, il Castello Sforzesco , la piccola Chiesa di Sant’ Ambrogio (patrono di Milano), e l’immancabile aperitivo sui Navigli!

Purtroppo proprio per mancanza di tempo non riuscimmo a prenotare la visita per ammirare il Cenacolo Vinciano,  ovvero l’ Ultima Cena di Leonardo da Vinci presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie; ma se dovessimo tornare mi affiderei sicuramente a Musement per  prenotare i biglietti in anticipo e senza stress saltando anche la fila.

Infatti con poco più di 38 euro a testa, si può avere l’entrata prioritaria e la visita guidata per ammirare una delle principali attrazioni turistiche milanesi e una delle opere più belle e controverse di Leonardo Da Vinci la cui storia e leggenda, hanno ispirato anche il famoso scrittore Dan Brown per il suo libro “Codice da Vinci”.

Milano e il suo Duomo

Milano e il suo Duomo

L’opera fu commissionata a Leonardo da Ludovico il Moro per abbellire la chiesa di Santa Maria delle Grazie, e per celebrare quindi la potenza della famiglia degli Sforza. Ma come era solito fare Leonardo, a cui piaceva perdere tempo e cambiare idea spesso in corso d’opera fece di testa sua, e   il risultato non fu un affresco come era consuetudine fare a quell’epoca nelle chiese, ma un nuovo tipo di intervento, usando le tempere. Sommandoci l’ uso della prospettiva, il risultato è stato sublime, però purtroppo il tempo ha rovinato i colori.

La bellezza dell’Ultima Cena è data anche dal realismo del momento  che è rappresentato , ovvero quando Gesù annuncia che uno dei suoi discepoli l’avrebbe presto tradito, creando una sorta di reazioni allarmate in tutti i soggetti ritratti, che hanno reazioni diverse e gesticolano ( come solo noi italiani sappiamo fare!).Solo Giuda ovviamente rimane calmo e per niente sorpreso!

Tutte queste cose e tante altre vi potranno essere raccontate durante la visita guidata che vi consiglio vivamente!

Ma a Milano ci sono tante altre opere e progetti più o meno noti di Leonardo Da Vinci che realizzò durante il suo periodo milanese di 18 anni .

Milano , il Castello Sforzesco

Milano , il Castello Sforzesco

Qualche esempio?

La Vigna di Casa degli Atellani

La Vigna di Casa degli Atellani dove alloggiava Leonardo mentre lavorava al Cenacolo, ospite della famiglia di cortigiani Atellani;Ludovico donò a Leonardo una vigna che però fu distrutta sfortunatamente durante la seconda guerra mondiale. In occasione dell’Expo la vigna è stata ripiantata e tutta la casa è ora aperta al pubblico per poter ammirare i dipinti e gli affreschi del 1500.

Il Codice Atlantico nella Biblioteca Ambrosiana

Il Codice Atlantico  è la più ampia raccolta di scritti di meccanica, matematica, astronomia, geografia, fisica, chimica ecc scritti da Leonardo, e si trovano all’ interno della Biblioteca Ambrosiana. Ogni 3 mesi  22 di questi scritti vengono mostrati al pubblico nella Sala Federiciana della Biblioteca.

Milano , il Castello Sforzesco

Milano , il Castello Sforzesco

 La Sala delle Asse al Castello Sforzesco

Su commissione di Ludovico il Moro, Leonardo decorò una sala al piano terra della Falconiera del Castello Sforzesco, che ad oggi è conosciuta come la Sala delle Asse .Purtroppo dopo le dominazioni straniere, si perse traccia di questi dipinti, ma grazie a delle ricerche fatte a inizio del  ventesimo secolo, sono state ritrovate delle guide  che ne hanno ripermesso la ricostruzione!

 

 Conca dell’Incoronata in Via San Marco

I Navigli adesso sono famosi più che altro per essere la perfetta location degli aperitivi e della movida milanese, ma in antichità erano molto importanti in quanto attraversavano tutta Milano. Quando fu necessario costruire dei navigli periferici e delle conche per unirli a quelli della cerchia interna, ci si basò su un progetto di Leonardo da Vinci presente nel suo Codice Atlantico e venne costruita la Conca dell’incoronata.

Milano , i Navigli

Milano , i Navigli

Museo della Scienza e della Tecnica

Infine se volete ammirare dal vivo le costruzioni i progetti e i modellini delle geniali opere ingegneristiche di Leonardo basta andare al Museo della Scienza e della Tecnica intitolato proprio al grande genio, dove sono stata ricostruite in scala reale molte delle sue invenzioni.

Riassumendo ci sono molte cose da vedere a Milano, più o meno conosciute, ma che sicuramente meritano una visita!

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Alla prossima

Elisa

www.girandolina.it

(Visualizzato 72 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.

I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.
avatar