Le Curiosità di Firenze, come fare a trovarle in giro per la città.

Guida alle curiosità di Firenze

Firenze ha dietro sé una storia quasi millenaria, costellata di fatti, misteri, tradizioni e aneddoti di cui si possono vedere ancora le testimonianze tangibili all’interno della città stessa……..

Infatti basta non soffermarsi ai soliti monumenti, alle solite piazze o alle solite strade così famosi nel mondo, ma guardarsi intorno un po’ più attentamente e scoprire tante curiosità e particolarità che si celano dietro l’imprevedibile!!!!

Anzi vi dirò di più, alcune espressioni o modo di dire della lingua italiana ( che sapete benissimo nasce dal dialetto fiorentino,)hanno fondamento proprio qui a Firenze!

Allora senza indugi seguiteci alla scoperta delle curiosità di Firenze!

 Curiosità di Firenze -La Facciata di Santa Maria Novella

Iniziamo il nostro tour proprio dalla Chiesa di Santa Maria Novella che dà il nome all’omonima stazione ferroviaria principale.

Questa chiesa in stile gotico  è bellissima, è considerata infatti una delle opere più importanti del rinascimento fiorentino, e  al suo interno sono custodite  opere di importante valore come gli affreschi di maestri come Ghirlandaio, Giotto e la famosa Trinita’ del Masaccio.

Ma a noi interessa la facciata, con due particolari che si trovano rispettivamente a destra e a sinistra del portone d’ingresso.

Le curiosità di Firenze- la sfera armillare

Le curiosità di Firenze- la sfera armillare

Cosa sono? Una sfera armillare  ,ovvero un modellino del sistema solare formato da anelli (le armille), tanti quanti i circoli della sfera celeste che rappresenta e una meridiana.

Questi  due strumenti astronomici sono stati  disposti in maniera simmetrica sulla facciata della chiesa e sono stati voluti da Ignazio Danti che, oltre a fare il vescovo era pure un cosmologo.

Le curiosità di Firenze- la meridiana

Le curiosità di Firenze- la meridiana

Lui li utilizzò per degli studi che stava conducendo, sulla  riforma del  vecchio calendario giuliano e che portarono all’introduzione del “nuovo” calendario gregoriano  ovvero il calendario che utilizziamo noi tutt’oggi.

Ci scommetto che nessuno li aveva mai notati vero??

Curiosità di Firenze -La Berta

Proseguendo lungo Via de’Cerretani ( la strada che dalla stazione porta in Piazza Duomo), più o meno a metà strada, sul fianco della chiesa di Santa Maria Maggiore, in alto spunta dal muro la testa pietrificata di una signora. Si tratta della Berta.

Ci sono due leggende de riguardo la presenza di questo busto di donna:

La prima e forse la più veritiera, era che la Berta fosse una fruttivendola, che regalò alla chiesa una campana per poter avvisare i lavoratori con i suoi rintocchi dell’apertura e della chiusura delle porte cittadine. I fiorentini per poi ringraziarla di questo gesto, le donarono questo busto .

Le curiosità di Firenze- la Berta

Le curiosità di Firenze- la Berta

La seconda leggenda più esoterica  è che  questa testa si trovi lì dal lontano 1326 a causa di una maledizione lanciata  dall’astrologo condannato al rogo Cecco d’Ascoli, verso una donna che gli negò come ultimo desiderio dell’acqua, impedendogli quindi la salvezza dalle fiamme ( era in combutta col diavolo).

Curiosità di Firenze – Il Toro cornuto sul Duomo

Arrivati in Piazza Duomo oltre ad ammirare la bellezza di questi monumenti simbolo di Firenze ,possiamo divertirci a scovare le tante curiosità qui celate…..

Iniziamo andando verso il Duomo, sulla sua fiancata sinistra abbastanza in alto, troverete un doccione su cui è scolpito un toro. Qualcuno dice che sia un ringraziamento all’animale, forza motore dei carri che portavano materiale al cantiere della Cattedrale.

Le curiosità di Firenze- il Toro cornuto

Le curiosità di Firenze- il Toro cornuto

Ma in realtà la storia si dice essere un’ altra, un po’ più piccante e divertente…..

Si racconta che questo toro fosse stato fatto da uno scalpellino ,che si ritrovò a lavorare proprio sul doccione davanti alla casa della sua amante, sposata con un rispettabile bottegaio…. Quale miglior modo di informare il povero marito di essere cornuto come un toro, se non così teatrale?

Curiosità di Firenze -L’orologio che gira al contrario

Entrate al Duomo e date le spalle all’altare e vedrete un grande orologio dipinto.

L’orologio funziona grazie a un complesso meccanismo al di là del muro e fu dipinto dal grande Paolo Uccello. Oltretutto ai tempi dell’artista, la giornata cominciava dalla sera e le ore venivano contate seguendo il calendario liturgico e la loro lunghezza cambiava a seconda delle stagioni.

Che caos!

Curiosità di Firenze -Sasso di Dante

In Piazza delle Pallottole, lo slargo che si trova presso Via dello Studio, alla destra dell’abside del Duomo, trovate vicino un portone di un palazzo, un grosso masso anonimo.

In realtà su questo sasso, che ai tempi era ancora in  uno spiazzo verde, si dice solesse sederci sopra Dante Alighieri, per riposarsi, riflettere e ammirare la costruzione del Duomo d Firenze li accanto.

Una targhetta  commemorativa  sopra il masso con su scritto   “i’vero Sasso di Dante” ce lo ricorda ancora

Curiosità di Firenze -Il graffito di Michelangelo

A destra dell’ingresso di Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria c’è un piccolo graffito che non è un opera dei soliti vandali imbratta monumenti …. Ma un incisione fatta pensate da Michelangelo in persona, un giorno che annoiato dalla stessa persona che ogni volta lo vedeva passeggiare in Piazza della Signoria lo importunava con  le sue chiacchiere.

Durante uno dei soliti monologhi di questo tale, Michelangelo per far passare il tempo, con una mano dietro la schiena incise il volto dell’uomo per sempre sui mattoni di Palazzo Vecchio.

Le curiosità di Firenze- l'Importuno

Le curiosità di Firenze- l’Importuno

Capite perché il graffito si chiama l’Importuno?

Curiosità di Firenze -L’autoritratto nascosto di Benvenuto Cellini

Rimanete in Piazza della Signoria ma spostatevi adesso sotto la Loggia dei Lanzi, per la precisione dietro la statua di Perseo con la testa di Medusa di Benvenuto Cellini.

Alzate lo sguardo e vedrete che fra la nuca  di Perseo e l’elmo , c’è una specie di  effetto ottico che  permette di scorgere il volto di un uomo , che pare sia l’autoritratto di Benvenuto Cellini .

Le curiosità di Firenze- l'autoritratto

Le curiosità di Firenze- l’autoritratto

Non preoccupatevi se non lo vedete benissimo perchè è in una zona d’ombra!

Curiosità di Firenze -La pietra sbagliata di Palazzo Pitti

Procedendo la nostra passeggiata verso L’Oltrarno, ci si ritrova davanti al magnifico Palazzo Pitti, forse uno dei palazzi più grandi di Firenze!!

Davanti alla  sua maestosità in pochi riescono a notare che c’è un  “piccolo” dettaglio che stona. lungo 10 metri!

Infatti l’intera  facciata del Palazzo è fatta con il tipico bugnato, il mosaico di blocchi di pietra così in voga nella Firenze rinascimentale. Ogni blocco misura circa 30 centimetri, ma ce n’è uno lungo diversi metri che spicca lì nel mezzo. Curioso, ma che ci fa?

Le curiosità di Firenze- Palazzo Pitti

Le curiosità di Firenze- Palazzo Pitti

Si dice che fu Luca Pitti il capofamiglia a volere questo particolare nella costruzione del suo palazzo, che doveva rappresentare la grandiosità della sua famiglia rispetto ai Medici, e quel blocco doveva rappresentare proprio lui, grandioso e potente, in mezzo a tutti gli altri, piccoli e insignificanti!

Immaginatevi come si sentirebbe ora il caro Luca Pitti sapendo che il suo palazzo è stato poi acquistato successivamente proprio dai suoi nemici  Medici!

Curiosità di Firenze -La Pietra dello scandalo

Tutti i giorni sotto la loggia del Mercato Nuovo, più conosciuta come Loggia del Porcellino (che poi è un cinghiale )si svolge un mercato.

Ci sono tantissime bancarelle e lo spazio tra una e l’altra è davvero poco. Ma se osservare bene il pavimento, praticamente al centro della Loggia, noterete un tondo marmoreo bicolore.

Si tratta della cosiddetta pietra dello scandalo o dell’acculata, ossia il punto esatto in cui i debitori insolventi della Firenze rinascimentale venivano puniti fisicamente: gli venivano calati i pantaloni e con le catene dietro la schiena, venivano fatti sedere a forza con il sedere nudo sulla pietra per batterlo più volte in terra , alla mercè degli schiamazzi e delle ingiurie delle altre  persone.

Si pensa che proprio l’espressione letterale e dialettale “con il culo a terra” nasca proprio qui!

 

Curiosità di Firenze -Cinghiale del Mercato Nuovo

La fontana del Porcellino è uno dei monumenti più popolari di Firenze..

Noterete infatti come il naso del porcellino risplenda per la continua lucidatura quotidiana di migliaia di mani! La  tradizione vuole che toccargli il naso porti fortuna! La procedura completa richiederebbe   oltre la toccata del naso, anche mettere una monetina in bocca al Porcellino: se la monetina cadendo oltrepassa la grata dove cade l’acqua porterà fortuna, altrimenti no.

Le curiosità di Firenze- Fontana del Porcellino

Le curiosità di Firenze- Fontana del Porcellino

Lasciate perdere monetine di pochi centesimi, non vi cadranno mai, perché l’inclinazione è tale che solo le monete più pesanti cadano facilmente nelle fessure. Ovviamente tutto va in beneficienza!

Un’altra curiosità è che abbiamo trovato altre due statue simili al cinghiale fiorentino in giro per il mondo:

la prima davanti all’entrata del Museo della caccia e della pesca a Monaco di Baviera , la seconda davanti all’ospedale di Sydney in Australia!

Le curiosità di Firenze- il Porcellino

Le curiosità di Firenze- il Porcellino

Curiosità di Firenze -Finestra ferrata dell’Istituto degli Innocenti

Ci spostiamo infine in Piazza Santissima Annunziata a pochi passi da Piazza Duomo  .Questa Piazza è dominata dalla Basilica della Santissima Annunziata, uno degli edifici sacri più importanti di Firenze, oltre che casa madre dell’ordine dei Servi di Maria.

Grazie a una  riqualificazione urbana  avvenuta qualche secolo dopo a cura di  Filippo Brunelleschi , fu costruito il Loggiato dell’Ospedale degli Innocenti, chiamato così per la presenza ancora oggi  della  finestra ferrata dell’Istituto degli Innocenti dove le madri potevano abbandonare i propri figli innocenti in totale sicurezza e in anonimato.

 

Le curiosità di Firenze- la finestra degli Innocenti

Le curiosità di Firenze- la finestra degli Innocenti

Curiosità di Firenze -La finestra sempre aperta

Un ‘altra finestra affacciata nella piazza ci racconta una triste storia d’amore.

Nel XVI secolo nel Palazzo Grifoni  viveva una giovane coppia, innamorata e felice, ma la guerra arrivò a interrompere il loro idillio. Il marito partì in difesa della patria e alla fanciulla non rimase altro da fare che aspettare il suo ritorno alla finestra.

Giorno dopo giorno, ella aspettava il suo amore alla finestra  piena di speranza., ma ahimè Il marito non fece mai ritorno, perché morto al fronte.

Ma la ragazza non smise mai di aspettarlo, neanche dopo la morte, e ancora adesso la finestra del Palazzo Grifoni rimane sempre aperta, sia col sole o con la neve, per non fare indispettire il fantasma della fanciulla innamorata!

C’è un’altra storia però , di nuovo un po’ piccante che racconta che la stanza in corrispondenza della finestra fosse appartenuta all’amante del Granduca Ferdinando I la cui statua in bronzo, in mezzo alla piazza,  guarda caso ha proprio  lo sguardo fisso verso la finestra.

Curiosità di Firenze -Le Api che non si contano

Sempre in piazza della Santissima Annunziata c’è un’altra cosa curiosa da vedere.

Nel retro del piedistallo della statua equestre di  Ferdinando I de’ Medici, si trova uno sciame d’api disposte in cerchi concentrici con al centro l’ape regina (il Granducato di Toscana a capo del quale c’era appunto Ferdinando I)  con le api rappresentanti  i fiorentini, laboriosi e leali nei confronti del potere

Riuscire  a contare le api senza toccarle o indicarle è un’impresa se non impossibile, molto ardua.

Io ci ho provato, ma vi giuro che dopo un po’ ti si intrecciano gli occhi e si perde il conto!

Chi ci  riesce, sarà investito da tanta fortuna!

Curiosità di Firenze -Museo Egizio Firenze

Infine sempre in questa bellissima piazza, c’è il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, che ospita il secondo Museo Egizio più importante d’Italia, e quarto nel mondo dopo quello del Cairo, di Torino e di Berlino….

La maggior parte dei turisti non ne conosce la presenza, ma ospita una collezione egizia davvero notevole, e noi abbiamo avuto la gioia di poterlo visitare varie volte (sapete la mia passione per la storia dell’Antico Egitto) e ve ne ho parlato qui!

Che dite? Vi ho soddisfatto nella ricerca delle curiosità di Firenze??

Se ne conoscete altre, oppure sapete di altri aneddoti o tradizioni, fatelo sapere nei commenti!

Alla prossima

Se vi è piaciuto questo articolo e ci avete letto fino a qua, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook per essere sempre informati sui nostri aggiornamenti.

Oppure se vi piacciono le nostre foto, seguiteci su Instagram!

Abbiamo anche un bellissimo canale YouTube, volete viaggiare con noi attraverso i nostri video?

Elisa

 

(Visualizzato 38 volte, 1 oggi)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento.<br><h6> I commenti inviati verranno moderati prima di essere pubblicati.</h6>

avatar